Comprate il mio libro, fatelo per Cristo!

Rosa Giannetta AlberoniConclusione dell’intervista radiofonica a Rosa Giannetta Alberoni, andata in onda sulle frequenze di Radio Maria:

Rosa Alberoni – Posso dire una cosa agli ascoltatori di Radio Maria? Molto semplicemente e con molta lealtà, con molta sincerità vi dico: leggete questo libro, che è appena uscito, ma i mass media mi hanno fatto una grande barriera. Non gli piace! La stessa cosa successe quando uscì “La cacciata di Cristo”. Io chiedo aiuto a voi, perché noi dobbiamo di nuovo riscoprire, consacrare e mettere in pratica i valori cristiani! Dobbiamo per Cristo! Dobbiamo farlo. Io vi chiedo aiuto. Se volete. Vi ringrazio molto.

Alberto Di Giglio – Grazie a Rosa Alberoni per questo contributo, e rilanciamo questo grido che abbiamo lanciato all’inizio della trasmissione. Cristiani, genitori, difendiamo i nostri figli da chi avvelena la loro mente! Perché no, volgendo anche lo sguardo verso la creazione com’è descritta nella Cappella Sistina, questa opera straordinaria.
Grazie ancora.


Sorvolo sull’invocazione al dovere morale (“Dobbiamo per Cristo!”) di leggere l’ultima fatica di Rosa Giannetta Alberoni, che non ha bisogno di commenti.

Sottolineo invece il fatto che il libro anti-darwinista della docente universitaria è stato pubblicizzato su RaiUno e RaiDue (come documentano i video presenti su questo blog), mica su TeleTrullo o TeleCuneo, inoltre è pubblicato dall’editore Rizzoli, quindi questo piagnisteo sull’oscuramento mediatico è assolutamente fuori luogo.

Ecco un altro gustoso passaggio dell’Alberoni-pensiero:

Alberto Di Giglio – Tornando a Darwin e ai Darwinolatri, lei diceva che il polo della contesa è a livello simbolico è l’antenato dell’uomo, Dio o la Scimmia? Lei però mette in evidenza un risveglio dei credenti. E lei dice che è stata proprio l’impotenza del mito della scimmia a scuotere la gente comune, come accade ai soldati quando vengono svegliati nel cuore della notte dall’allarme. E dice: “I cristiani credenti e gli ebrei ortodossi si sono attrezzati per la difesa”. Come?

Rosa Alberoni– Rispondo in due modi. La prima: non abbiamo parlato del mito della scimmia. Lo slogan di Darwin: «L’uomo proviene dalla scimmia», è chiaro che è stato così accattivante, così nuovo, e si è impregnata la mente della gente di provenire dalla scimmia. E questo viene detto ancora oggi nelle scuole. Lo vedo anche nella mia nipotina. Un giorno torna dalla scuola e dice al nonno: “Nonno, la maestra della terza elementare è venuta a raccontarci che l’uomo viene dalla scimmia”. E come fa a venire dalla scimmia?, domanda il nonno. «Ma perché la scimmia lentamente, camminando nel tempo ha perso il pelo ed è venuto fuori l’uomo-donna»… E il nonno dice: «Come, l’uomo-donna?… Ti avranno detto che è venuto fuori un uomo e una donna!». «No. Ha detto uomo-donna!». Quindi gli adulti capiscono la sottigliezza. Si vuol far intendere che non esiste differenza fra uomo e donna.
Ora, perché tutti i libri nelle scuole elementari non fanno che mostrare immagini colorate di animali, tanto è vero che il bambino piccolo ti dice che gli piacciono anche i serpenti? Ma perché non li ha mai visti! Li ha visti sul libro. Li vede in televisione. Non ci è inciampata dentro con i piedi, come accadeva a me da bambina! E di esserne terrorizzata. Se pensiamo poi che questa bimba va in una scuola cattolica, tu gli chiedi: “Ma la suora, non ti ha parlato del Paradiso terrestre? Non ti ha parlato di Adamo ed Eva?». Lei ci ha pensato su un po’, poi ha risposto: «Ah… quella della mela?».
Si capisce che loro sono così abili a inculcare nella mente dei bambini, sin da piccoli e tutti i giorni continuano a vedere animali da tutte le parti, a questo punto la “favola” diventa Dio, diventa Gesù bambino… La favoletta diventa quella! L’altra è realtà! E adesso è convinta che l’uomo viene dalla scimmia! Come facciamo a cancellarla dalla sua mente? Perché dice che “glie l’ha detto la maestra”! Capisce quanto è stato forte questo slogan e come si è continuato e si è messo in atto?
Io con questo non voglio dire che non si debba più insegnare la zoologia o la “teoria” dell’evoluzione, dico solo che un ragazzo per capire la differenza fra realtà e teoria, forse la teoria bisognerebbe spostarla al penultimo anno di liceo. E poi andare nelle università nelle facoltà appropriate, per esempio a biologia. Ma non portarle nelle scuole elementari!
Perché lo fanno? È per questo che dico: «Genitori, svegliatevi, alzate la testa! Vedete come avvelenano la mente dei vostri figli!» lo fanno in questo modo. È una lotta impari! Anche per il genitore che vuol vigilare, è impari! Perché tutti i giorni vedono quelle cose lì! E poi sono accattivanti. Sono belle le immagini! Poi è logico che ti risulti favola il presepe a Natale. È una favolina! Tanto è vero che se lo elimini, va meglio l’albero, perché si sono visti tanti tipi di alberi.
Lo stesso accade nella geografia…nella geografia non si parla più, come un tempo, dei fiumi, dei laghi, i confini, la terra… no, no, no, si parla degli animali, di quello che c’è. Della forma della Terra, come è la terra, che cosa c’è nella Terra, i tipi di animali… Hanno distorto anche questo senso.

In buona sostanza la docente universitaria Alberoni propone di insegnare la teoria dell’evoluzione al raggiungimento dei 17 anni di età, quando i giovani studenti sono già completamente rincoglioniti da anni di indottrinamento sul creazionismo.

13 Responses to “Comprate il mio libro, fatelo per Cristo!”


  1. 1 Sandro 12 aprile 2008 alle 10:57

    Più che favole, io le chiamerei “episodi legati alla mitologia”…
    Basandoci sul ragionamento di Rosa Alberoni, dovremmo imporre che a scuola vengano insegnate tutte le teorie previste nelle altre religioni.
    Dovremmo insegnare che i fulmini e i tuoni non hanno nulla a che fare con l’elettricità atmosferica:
    -i fulmini e le saette provengono dal Monte Olimpo e vengono lanciati da Zeus;
    -i tuoni sono causati dagli zoccoli delle capre che trainano il carro di Thor, quando battono sul tappeto celeste;

    Poi dopo i diciassette anni si potrebbero insegnare le “teorie” studiate dagli scienziati.

  2. 2 Gianluca 12 aprile 2008 alle 12:47

    Rosa Alberoni mi dà il voltastomaco. Sono incappato nel suo libro ieri mentre giravo in libreria, e sono stato male nel leggere tante fandonie nel solo risvolto di copertina! Lei parla di”filosofi che, a partire da Cartesio, per passare poi per Rousseau, Condorcet, Marx e Darwin hanno attivamente perseguito l’opera di scristianizzazione dell’occidente, la diffusione dell’ateismo e l’instaurazione del Relativismo Culturale”

    Notare la furbizia lessicale. “Perseguire l’opera”, come se ci fosse alle spalle un preciso complotto ordito da menti non libere, ma perverse. “Scristianizzazione”: la “s” detrattiva che conferisce una connotazione negativa è qualcosa di assolutamente superbo, perché dà davvero l’idea inconscia di un furto, di un torto, di un’azione malvagia che ha depauperato qualcosa di prezioso. Peccato che, analogamente, siano esistite opere di “spantheonizzazione” avverso le divinità greco-romane, di “sraizzazione” in egitto, di “squetzalcoatlizzazione” nell’antica Mesoamerica, e via di seguito. Per non parlare del processo di “deislamizzazione” che farebbe contenta la maggior parte dei cattolici. Le altre andavano bene e sono oggi ritenute un passo in avanti dal punto di vista culturale… In che modo sarebbe in questo caso diverso? Ah già, oggi si adopera Verità con la V maiuscola.

    Ma non finisce qui: “fondamentalismo scientista degli acritici adoratori di Darwin” è un vero capolavoro! Fondamentalismo? Acritici? Adoratori? Ma crede davvero che siamo tutti stupidi? La critica è proprio ciò che non piace alle persone come lei, perché insinua il dubbio all’interno di una dottrina viceversa piuttosto rigida.

    Stavo per comprarlo, questo libro, perché ero curioso di sapere cosa avesse avuto il coraggio di scrivere se quelle sono le premesse. Poi però mi son detto: perché contribuire al finanziamento di queste moderne forme di caccia alle streghe?

  3. 3 Mauro 12 aprile 2008 alle 13:46

    Ho provato a cercare un indirizzo pubblico di posta elettronica di questa signora, ma nemmeno sul suo sito è presente. Peccato. Avrei avuto molto da rimproverarle.

    Sorvolo ovviamente sulla scelta individuale relativamente al fatto di credere o meno, tuttavia vorrei davvero domandarle come ha il coraggio di diffondere menzogne come questa:

    <>

    L’essere umano E’ uguale agli animali! Il fatto di parlare ed avere i cellulari non significa che siamo superiori alle altre creature viventi da un punto di vista morale. Proprio su questa base sei TU, Rosa Albroni, che fai discriminazioni e dici a te stessa ed alla tua specie che siete migliori e quindi potete disporre delle altre creature a vostri capriccio, non i darwinisti a discriminare l’uomo!

    <>

    Ma te lo dici da sola che siamo i prediletti di papà. Esistono circa 10 miliardi di miliardi di sistemi stellari e ti pare proprio che solo tu e i tuoi simili avete un’anima che vi rende migliori! Ma guarda che combinazione! Non ho mai sentito una religione predicare che il proprio popolo o la propria specie fossero inferiori rispetto ad altri/altre.

    Dire poi che negare l’assoluta supremazia dei bipedi coi cellulari nell’universo equivalga a cancellare la morale, è qualcosa che merita davvero l’indignazione delle persone per bene.

    <>

    Questo è veramente un insulto! Negare Dio o la favola della creazione equivale a giustificare la sopraffazione sul prossimo? Da quando? Ma soprattutto: come ti permetti?

    Per tua sfortuna io non sono credente, ma non per questo ho mai ucciso né rubato, né fatto consapevolmente torto a chicchessia, in più sono pacifista, ambientalista e pure vegetariano. Perché considero la morale una questione terrena: se si accettasse il tuo sistema di ragionamento e fosse poi però inconfutabilmente dimostrata la non esistenza di Dio, allora sì che crollerebbe tutto il sistema di valori e diverrebbe giustificata qualunque nefandezza. In quel caso ritengo che i principi di rispetto del prossimo dovrebbero invece restare immutati.

    Non solo, cara Rosa Alberoni, io personalmente già sono andato oltre: quelle cose che tu applichi solo a te e ai tuoi simili (che pure non rispetti ed offendi se non vogliono convincersi delle stesse cose di cui sei convinta tu) io già lo applico da tempo a tutte quelle creature che, pur non avendo sviluppato un cervello col nostro stesso numero di neuroni, provano dolore, paura e sofferenza esattamente come te e qualunque altro essere umano.

  4. 4 Mauro 12 aprile 2008 alle 13:48

    Ooops, sono scomparsi i virgolettati. Ci riprovo:

    Ho provato a cercare un indirizzo pubblico di posta elettronica di questa signora, ma nemmeno sul suo sito è presente. Peccato. Avrei avuto molto da rimproverarle.

    Sorvolo ovviamente sulla scelta individuale relativamente al fatto di credere o meno, tuttavia vorrei davvero domandarle come ha il coraggio di diffondere menzogne come questa:

    “Cancellando il Creatore e riducendo l’uomo ad un derivato delle scimmie, Darwin ed i suoi seguaci, da una teoria scientifica, hanno tratto una ideologia atea che si basa su un solo comandamento: il primato del volere individuale che ha un solo scopo saziare i propri impulsi. E’ un modo subdolo per parificare l’essere umano agli animali.”

    L’essere umano E’ uguale agli animali! Il fatto di parlare ed avere i cellulari non significa che siamo superiori alle altre creature viventi da un punto di vista morale. Proprio su questa base sei TU, Rosa Albroni, che fai discriminazioni e dici a te stessa ed alla tua specie che siete migliori e quindi potete disporre delle altre creature a vostri capriccio, non i darwinisti a discriminare l’uomo!

    “Spazzare via il Dio della Bibbia e Cristo. Vogliono cancellare la religione ebraico cristiana, e i valori cardini della nostra civiltà, la morale. Vogliono annientare la regalità dell’uomo, la creatura prediletta di Dio.”

    Ma te lo dici da sola che siamo i prediletti di papà. Esistono circa 10 miliardi di miliardi di sistemi stellari e ti pare proprio che solo tu e i tuoi simili avete un’anima che vi rende migliori! Ma guarda che combinazione! Non ho mai sentito una religione predicare che il proprio popolo o la propria specie fossero inferiori rispetto ad altri/altre.

    Dire poi che negare l’assoluta supremazia dei bipedi coi cellulari nell’universo equivalga a cancellare la morale, è qualcosa che merita davvero l’indignazione delle persone per bene.

    “Non è un caso che il darwinismo ha prodotto aberrazioni come il razzismo, il classismo, l’eugenetica, il peggior colonialismo, la discriminazione biologica. Non perché sia stato male inteso, ma è Darwin stesso che sin dall’inizio mira alla disintegrazione dell’uomo, l’unico essere vivente che è portatore dell’anima e della ragione divina.”

    Questo è veramente un insulto! Negare Dio o la favola della creazione equivale a giustificare la sopraffazione sul prossimo? Da quando? Ma soprattutto: come ti permetti?

    Per tua sfortuna io non sono credente, ma non per questo ho mai ucciso né rubato, né fatto consapevolmente torto a chicchessia, in più sono pacifista, ambientalista e pure vegetariano. Perché considero la morale una questione terrena: se si accettasse il tuo sistema di ragionamento e fosse poi però inconfutabilmente dimostrata la non esistenza di Dio, allora sì che crollerebbe tutto il sistema di valori e diverrebbe giustificata qualunque nefandezza. In quel caso ritengo che i principi di rispetto del prossimo dovrebbero invece restare immutati.

    Non solo, cara Rosa Alberoni, io personalmente già sono andato oltre: quelle cose che tu applichi solo a te e ai tuoi simili (che pure non rispetti ed offendi se non vogliono convincersi delle stesse cose di cui sei convinta tu) io già lo applico da tempo a tutte quelle creature che, pur non avendo sviluppato un cervello col nostro stesso numero di neuroni, provano dolore, paura e sofferenza esattamente come te e qualunque altro essere umano.

  5. 5 nevevalenti 12 aprile 2008 alle 13:50

    Io dico solo che se uno è credente, non deve comprare il libro di Rosa Giannetta ma ne deve comprare un altro. E leggerselo.
    Ma piuttosto mi chiedo: perché si dà spazio a questo genere di esaltati? Cosa vogliono ottenere?
    Sono questi i personaggi grazie ai quali andiamo a dire agli altri che LORO hanno una religione primitiva e noi invece no?

  6. 6 Daniele Comoglio 12 aprile 2008 alle 18:25

    ahah quindi per sta pseudo laureato-professoressa la Bibbia non è una favola?
    Dai, lo è anche per chi comunista non è!
    Ma con quella faccia da cogliona cos’altro poteva dire?

  7. 7 daniele 13 aprile 2008 alle 14:32

    Cosa curiosa, forse: ma secondo me lei ha ragione; e mi pare proprio vero che vi roda…

  8. 8 nevevalenti 13 aprile 2008 alle 15:34

    Cosa? Che si sostengano opinioni da medioevo?
    In effetti un pochino sì.

  9. 9 Stilvio 13 aprile 2008 alle 15:51

    ma in quale università insegna la Giannetta?

  10. 10 Goedel 13 aprile 2008 alle 20:30

    Secondo me è davvero osceno che una persona con un grado così infimo di cultura possa ricoprire il ruolo di professore universitario… ma sappiamo tutti secondo quale sistema, soprattutto nelle facoltà umanistiche, vengono assegnati i posti per ricercatori e docenti.

    Comunque secondo me persone come questa ignorantona fanno in fin dei conti del male all’immagine pubblica della chiesa cattolica. Fino ad oggi la gerarchia romana è riuscita, con mirabile equilibrismo, ad accettare l’evoluzionismo e contemporaneamente a mettergli dei paletti essenziali all’esistenza stessa del credo cristiano. E’ stata una strada molto saggia la loro, soprattutto alla luce delle incredibili conferme che l’evoluzionismo riceve giorno dopo giorno.

    Il libro della pseudo professoressa non mostra queste finezze intellettuali ma solo dei ragionamenti rozzi o addirittura senza senso.
    Anche il suo argomentare a Radio Maria appare ridicolo!

    Comunque comincio a prevedere tempi duri anche da noi, fino ad ora pensavo che la follia del creazionismo fosse limitata agli stati americani più bigotti, ma le idee stupidi sembrano essere più facilmente diffondibili di quelle intelligenti…

  11. 11 Gianluca 16 aprile 2008 alle 08:21

    Recentemente ho visto un bellissimo film: The Mist. Forse il primo film del terrore tratto da un racconto di Stephen King e fatto veramente, ma veramente bene.

    King, pur essendo un credente, riesce perfettamente a spiegare a quali conseguenze nefaste possa arrivare il fanatismo religioso: un gruppo di persone ride prima di una squilibrata che predicava l’avvento della fine del mondo, poi gradualmente comincia a darle sempre più credito finché al suo volere vengono brutalmente assassinati dei presunti “peccatori” dandoli in pasto alla misteriosa creatura che si nasconde nella nebbia.

    L’Alberoni parla di “menti avvelenate” ma non si rende conto che l’oscurantismo è la prima forma di avvelenamento. Ed è una forma pericolosa… Condivido la preoccupazione di Goedel. Appena subentra un minimo d’ansia nelle persone è facile insinuarvisi e colmarla con rassicuranti puttanate metafisiche: e quel che una mente invasa da tale forza (scientificamente si attivano delle vere e proprie droghe nel cervello che annebbiano alcune regioni al fine di preservare quei pensieri irrazionali che per motivi vari sono ritenuti utili per la sopravvivenza) è in grado di accettare e conseguentemente di fare/imporre è veramente spaventoso.

    Rischiamo davvero di tornare prepotentemente indietro di molti anni con la cultura. Questo genere di persone è quel che vuole!

  12. 12 ildiko 10 maggio 2008 alle 13:39

    Non ci posso credere, c’è ancora gente che crede a cristo.
    Di 40 storici dell’epoca, nessuno parla di costui, né dei miracoli, né di avvenimenti catastrofici ad eccezione di Flavio Giuseppe ( e solo perché ha citato un tale Cresto, a Roma, ma come accertato, manipolato dai preti nei secoli successivi).
    Vorrei sapere qual’è l’imbecille che crede alla storiella degli oltre 16 vangeli disposti su un tavolo e poi per miracolo(!) sono caduti tutti meno che quattro (!).. i cosiddetti sinottici che…. sinottici non sono!
    @daniele
    credo che a quelli come me non roda.. semplicemente non vogliamo che per una droga (la tua religione) debbano pagare tutti con l’8×1000.
    Chi ha un vizio se lo paghi da solo…
    E comunque studia… invece di farti insegnare (che peraltro è meno faticoso e comodo).
    Sembra che i ministri della tua chiesa, benché accusati pubblicamente di associazione per delinquere (giudice Luigi Tosti) di truffa, sostituzione di persona ed altro, non abbiano mai sporto denuncia… ma è ovvio sarebbero sputtanati pubblicamente!!
    http://www.luigicascioli.eu
    http://www.alateus.it
    http://www.nostraterra.it
    http://www.dovegesunonhamaicamminato.com
    Shakti, Uaar
    ed altri
    … prima o poi sarete smascherati truffatori e ciarlatani!!!
    E dopo sarete costretti, finalmente,….. a lavorare!
    Ah, anche oggi un tuo collega prete è stato condannato a quattro anni (purtroppo se ne farà solo un terzo, se non viene trasferito dal suo protettore B16. Non lo sai che ha firmato i documenti De Crimen Sollicitationis ed il De Delicti Gravioribus ?)
    Vatteli a leggere (sono in latino) e dopo averli letti cerca di recuperare “Deliver Us From Devil od ancora il Fern’s Report (attualmente nelle sale cine di Parigi e mai in quelle italiane grazie a B16 e quelli come lui!
    Se alla fine avrai ancora una coscienza… trai le conclusioni!!!

  13. 13 gianni 21 agosto 2008 alle 20:35

    HE..! EH.! EH ! Rosa Rosa…. sei proprio una furbetta! vuoi proprio vendere a tutti i costi la tua pubblicazione alle “povere vecchiette” che ascoltano radio maria ? E tutte le altre persone che vecchiette non sono…. ma che comprerebbero il tuo libro, sarebbero comunque “povere vecchiette” nel senso del più raccapricciante e colpevole analfabetismo culturale…. Spiegami altrimenti perchè una docente universitaria dovrebbe divulgare solo falsità, inganni e non sensi alla gente….


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




blog attenzionato

Categorie

Avviso ai commentatori

In alcuni Paesi esprimere il proprio pensiero può costituire reato. Prima di inserire dei commenti illeciti, valutare l'opportunità di seguire la precisa indicazione fornita dall'immagine sottostante:

carabiniere cenno di no

aprile: 2008
L M M G V S D
« Mar   Mag »
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
282930  

Top Clicks

  • Nessuna

Blog Stats

  • 264,870 hits
web analytics

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: