Archivio per 16 giugno 2008

Giovanni Allevi, integralista cattolico

Giovanni AlleviDomenica su Avvenire, quotidano dei vescovi, è avvenuta la beatificazione del filosofo pianista Giovanni Allevi, devoto cattolico.

Contemporaneamente si trascina ancora l’acceso dibattito sulla religiosità del defunto Dino Risi: forse non era proprio ateo, ma agnostico… magari si è convertito in punto di morte e ora non sta bruciando all’inferno… anni fa ha detto qualcosa di buono su un paio di pontefici… e via dicendo. Non riescono ad accettare l’idea che qualcuno possa morire in santa pace senza credere alla transustanziazione.

Il saggio dice: il morto tace e il vivo si dà pace. Evidentemente editorialisti e lettori di Avvenire la pensano diversamente.

Tornando al cattolico Allevi ecco una parte della sua intervista, in cui da bravo integralista non accetta l’idea che i non credenti possano produrre arte ( e il pensiero va a Dino Risi):

Lei è credente?
«Sì, credo in Dio e penso che chiun­que svolge una attività artistica o crea­tiva non può non esserlo. Il musicista ha la possibilità di os­servare la realtà e di svelare il mistero, di essere travolto da squarci di divino. Io sono solo un compo­­sitore, certe valutazio­ni le lascio ad altri, an­che se trovo il cristia­nesimo assolutamen­te rivoluzionario per questa divinità che si è fatta uomo, che sentiamo così vicino. Nel mio piccolo sento di potere met­tere la gente a contatto con le proprie emozioni più profonde, il che fa bene allo spirito».


blog attenzionato

Categorie

Avviso ai commentatori

In alcuni Paesi esprimere il proprio pensiero può costituire reato. Prima di inserire dei commenti illeciti, valutare l'opportunità di seguire la precisa indicazione fornita dall'immagine sottostante:

carabiniere cenno di no

Post più letti

giugno: 2008
L M M G V S D
« Mag   Lug »
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30  

Blog Stats

  • 271.774 hits
web analytics