Integralisti sardi

uaar Navigando tra le torbide acque del web sono andato a cozzare contro un gruppo chiamato Gioventù Cristiana, che ha sede a Sassari, più che catto-talebano lo definirei catto-vittimista, visto che si sente costantemente sotto attacco. Ammetto che anche io ho cominciato a copiare questa moda cattolica di utilizzare a sproposito il termine “attacco a …”, aggiungendo poi qualsiasi cosa mi passi per la mente, ma almeno il mio intento è volutamente grottesco.

Mi pare di intuire, vagamente, che a questi devoti cattolici non stiano simpatici i non credenti, specie se organizzati, come nel caso dell’UAAR. Scrive il suo dirigente, a proposito della vicenda degli ateo-bus:

 Mi chiedo altresì che senso ha da parte loro chiedere rispetto per gli atei, se poi con queste pagliacciate deridono chi non la pensa come loro. Sarà forse che sta uscendo sempre più la faccia persecutoria, arrogante e malata della loro organizzazione? O forse questi individui vorrebbero farci ritornare nelle catacombe?

Hanno anche aperto un gruppo su Facebook contro l’iniziativa dell’UAAR. Oltre ai soliti messaggi pregni di pietà e compassione cristana verso i non credenti, con relative preghiere per la conversione, sono apparse anche frasi non propriamente in linea con il proverbiale buonismo cattolico:

  • mi fanno schifo…VERGOGNA…
  • Secondo me i bus atei non sono una carnevalata e basta: stiamo attenti, nelle intenzioni c’è molto ma molto di più, chiaramente espresso nell’intervista televisiva ad una esponente. Ricordiamoci che tra i Sacramenti ricevuti c’è anche quello della Cresima, con il quale siamo diventati soldati di Cristo. Siamo fatti di spirito e di corpo: dobbiamo combattere con lo spirito e con il corpo. Ricordiamocelo, per favore.

Vedrò di ricordarmene, magari mi iscriverò a un corso di arti marziali.

27 Responses to “Integralisti sardi”


  1. 1 prefe 15 gennaio 2009 alle 08:21

    ti direi che non vedo l’ora di uno scontro fra cattolici e atei. Ma poi penso a migliaia di nerd, ricercatori, universitari atei magrolini e sfigati che se le prendono da enormi padri di famiglia bigotti.

    No ,
    non mi piace.

  2. 2 spaghettovolante 15 gennaio 2009 alle 08:47

    Mah, io credo che basti offrire loro una banana e fargli un grattino sulla nuca. Diventeranno docili come agnellini e inizieranno a cercare di spulciarci.

    http://it.wikipedia.org/wiki/Grooming

  3. 3 eric 15 gennaio 2009 alle 09:57

    Diciamocelo dai non si può accusare l’altro di essere becero nell’affermare il proprio credo, se poi anche noi ci mettiamo al loro stesso piano, e con quell’iniziativa sugli autobus proprio non ci stiamo distinguendo dalle loro modalità di fare proselitismo.
    Se proprio si vuole fare una campagna per favorire, non tanto l’ateismo o l’agnosticismo, ma per favorire una visione più laica della società anche da parte dei credenti, non bisogna fare affermazioni opinabili come quella che Dio esiste o meno, ma bisogna puntare sul fatto che non loro non possono essere sicuri, a prescindere dal fatto che esista o meno, che qualora esista la loro sia proprio l’interpretazione giusta della volontà della loro supposta divinità, e che con tale dubbio non si può, quindi, pretendere di imporre la proprio opinabile visione del mondo agli altri.

    Una campagna così sarebbe certamente più sottile, ma anche più difficile da attaccare

  4. 4 maxifasso 15 gennaio 2009 alle 11:07

    Qualcuno in quel gruppo di Facebook, stando a quello che dici, sembra che voglia fare una spece di guerra santa…

  5. 5 francesco contini 15 gennaio 2009 alle 11:28

    @eric:

    lasciando passare la differenza tra agnostico e ateo che in realtà è solo superficiale (e secondo me si potrebbe riassumere nell’asserto: “Se pure Dio è, per certo non esiste” dove per Dio intendo quello trascendente cattivo ma infinitamente buono bla bla bla..) il senso di questa campagna sta nella visibilità che finalmente ha un’opinione pure esistente in una consistente fetta della popolazione mondiale. Non si vuole certo convertire nessuno, sarebbe ingenuo, nè costringere nessuno, si vuole bucherellare un po’ l’egemonia dei credenti. Dopodiché è ovvio che l’UAAR rappresenta gli agnostici e gli atei, e non coloro che credono in Dio, ma non sono cattolici. Per intenderci, una campagna come quella che vorresti fare tu dovrebbe essere finanziata dai protestanti.

  6. 6 Sandro 15 gennaio 2009 alle 17:13

    Bah… scontato!
    L’organizzatore del gruppo è il “celeberrimo” Pietro Serra, noto per la sua “lettera aperta agli atei” pubblicata nel blog personale (cercate su blogspot) e per il post “ma l’ateismo… esiste?” su “gioventu cristiana”.
    … e anche le sue farneticazioni, pubblicate sempre su blogspot (in occasione dello sbattezzo del 25 ottobre organizzato dalla UAAR) dimostrano la superficialità di questo soggetto.

  7. 7 sam 17 gennaio 2009 alle 00:12

    vadano di corpo i soldati di cristo.

  8. 8 Sandro 17 gennaio 2009 alle 00:27

    Magari non molto, ma trovo rincuorante constatare che esistano sia gruppi contro che gruppi pro ateobus.

    Attualmente i più popolati sono:
    – Vogliamo i Bus Atei in tutta Italia !!!! PRO: 1156 iscritti
    – Bus atei PRO: 803 iscritti
    – No ai bus atei: CONTRO: 501 iscritti
    – I bus atei sono una carnevalata CONTRO: 386 iscritti

    …più altri gruppetti minori con neanche 100 iscritti (sia pro, sia contro).

    Ovviamente qualcuno si sarà iscritto ad entrambi i gruppi di punta con la stessa idea… ma anche negando questa eventualità e sommando i due maggiori gruppi contrari, non arriviamo al singolo gruppo a favore.
    Non sarà un sondaggio attendibilissimo, ma una piccola stima su cosa ne pensano gli italiani la abbiamo.

  9. 9 Pietro Serra 18 gennaio 2009 alle 23:00

    Farai un video anche su di noi?

    Ahahahahah!!!!

  10. 10 razionalismo 18 gennaio 2009 alle 23:14

    no, non siete affatto divertenti…

    PS: invece sto preparando un gustoso video sull’islam, che sicuramente sarà di tuo gradimento. Prima però devo passare dal notaio per fare testamento…

  11. 11 Pietro Serra 18 gennaio 2009 alle 23:42

    Uff😦

    Io pensavo già che mi facevi un video tipo quelli di Padre Livio…

  12. 12 Emanuele Baiocchi 19 gennaio 2009 alle 00:31

    “Vedrò di ricordarmene, magari mi iscriverò a un corso di arti marziali.”

    Mi raccomando allenati bene perché io sono bello grosso! E prima di buttare giù me e la mia fede ce ne vuole…

  13. 13 Erickd 19 gennaio 2009 alle 00:32

    io pensavo fossero dei Cristiani degni di tale nome e ho provato a parlarci tramite facebook (premetto, io non sono credente)
    l’avessi capito prima…

  14. 14 Massimo Gasperoni 19 gennaio 2009 alle 00:44

    Ciao a Tutti, vi ritrovo qua come in un bar a sorseggiare cocktail di odio e tartine di intolleranza, a me basterebbe un tramezzino di fraternità e una bella amicizia alla spina, ma so che non è così facile abbassare gli scudi dopo quello che è successo che a mio parere è un errore dell’unione atei agnostici e razionalisti; La Chiesa non ha nulla contro gli atei, ma difende i principi fondanti della vita e della fede in Cristo, chiunque metta in pericolo questi principi, è ovvio che si trova sulla strada la resistenza della Chiesa, ormai unica entità che oltre ad evangelizzare il mondo, resiste allo sfacelo dei valori di famiglia, di educazione e di società.

  15. 15 Marcoz 19 gennaio 2009 alle 08:02

    “La Chiesa non ha nulla contro gli atei, ma difende i principi fondanti della vita e della fede in Cristo”

    Leggasi, “non è colpa nostra se voi siete brutti e cattivi”.

    (Scusate, augurare a qualcuno una sana e congrua evacuazione intestinale è forse punito da qualche legge?)

    Saluti

  16. 16 spaghettovolante 19 gennaio 2009 alle 09:58

    I valori in cosa consisterebbero scusi?

    Niente sesso prima del matrimonio?

    Niente masturbazione?

    Omertà sui preti pedofili?

    Sì all’impiccagione per i sodomiti?

    Cancellare la pubblicità dello scoiattolo vigorsol, i griffin, American Dad ecc… dalla TV italiana?

    Fermare la ricerca sulle staminali embrionali, quando è già tanto se la Scaraffia conosce il significato della parola embrione?

    Purgare i programmi scolastici della Teoria dell’ Evoluzione?

  17. 17 Seanco 20 gennaio 2009 alle 18:44

    mi piacciono questi cattolici pronti a tutto, anche a colpi di judo, per difendere i loro valori e la loro fede, mi piace come lo mostrano pubblicamente
    magari pure loro hanno dei tatuaggi religiosi, come in questa foto oppure questa, a testimonianza di fede

  18. 18 Emanuele Baiocchi 21 gennaio 2009 alle 01:28

    Che schifo che fai, Seanco…

  19. 19 francesco contini 21 gennaio 2009 alle 02:16

    La Chiesa non ha nulla contro gli atei, ma difende i principi fondanti della vita e della fede in Cristo, chiunque metta in pericolo questi principi, è ovvio che si trova sulla strada la resistenza della Chiesa, ormai unica entità che oltre ad evangelizzare il mondo, resiste allo sfacelo dei valori di famiglia, di educazione e di società.

    E’ questo il problema della “fede”, che inevitabilmente scade nel fondamentalismo. Se voi viveste nella vostra fede e nei vostri valori, ancorché discutibili, nessuno se ne prenderebbe pena. Ma se costringete altri diversi da voi, che non credono ai vostri valori, il problema diventa pubblico. Uno stato che rinuncia ai propri valori fondanti, che invece devono sì appartenere a tutti, quali la libertà anche di espressione, in nome di qualcosa che non trova domicilio nella vita di un paese civile, non è degno di essere chiamato stato.

    Vi riempite la bocca di parole come famiglia, ma il problema è che escludete da ciò che voi chiamate famiglia chi non appartiene al modello di famiglia che voi proponete. Ci sono persone che nel vostro credo non trovano cittadinanza, persone discriminate. E non parlo solo di omosessuali, ma anche di una coppia sterile, che se fosse per voi non potrebbe sposarsi. Famiglia è una bella parola, se è intesa come nucleo sociale al quale tutti hanno diritto. Educazione è per voi un concetto strano che incrocia l’indottrinamento alla morale cattolica, e sulla morale cattolica si potrebbe discutere per molto, ma basta l’esempio che date in questa precisa situazione. Il modello sociale che proponete è pietoso, un modello sociale arcaico adatto forse a dei beduini del deserto, e che applicato alla lettera conduce a storture allucinanti (ve le ricordate voi le generazioni pre-divorzio, quando una donna poteva essere stuprata e picchiata dal marito ubriaco ogni minuto, senza poter dire una parola? del resto basta ricordare come il vostro testo sacro pensi alla donna come una proprietà del marito, al pari dei buoi). Tutto ciò in nome della fede nella verità rivelata.

  20. 20 spaghettovolante 21 gennaio 2009 alle 10:02

    Seanco sei un grande.

    Aggiungo del mio

  21. 21 Emanuele Baiocchi 22 gennaio 2009 alle 12:33

    Che squallido che sei “spaghettovolante”…

  22. 22 TrePizi 22 gennaio 2009 alle 14:50

    mumble mumble
    a me pare squallido il contenuto delle foto, non spaghettovolante
    come sempre i cattolici amano girare attorno alle questioni

  23. 23 spaghettovolante 22 gennaio 2009 alle 17:46

    Baiocchi, mica li ho fatti io quei vezzosi orpelli.

    Ma non importa andare tanto in là nella storia:

    Gott mit dich

  24. 24 satanello 22 gennaio 2009 alle 21:34

    Pietoso Pietro Serra, ma non eri tu che postavi croci celtiche e immagini fasciste sul forum di sardegnaonline? e perché se si digita il tuo nome su google compare una sfilza di risultati…anche forum di bodybuilding :)))? ammazza che serietà!

  25. 25 Giorgio 26 gennaio 2009 alle 23:20

    Ciao, complimenti per il tuo sito, modestamente sul mio ho raccolto tutti gli insulti che ci siamo presi in quanto atei (me compreso) per aver rotto il loro idillio fatato sul loro sito… ANDATE A LEGGERE! Ah ah sarebbe da ridere se Non che questi fanatici annoverano tra le loro fila anche politici che decidono del destino del paese…
    Ciao e a presto! Giorgio

  26. 26 veritaassoluta 25 novembre 2009 alle 18:01

    Allora signore e signori
    dopo aver letto questi commenti ho fatto alcune ricerche e voglio mostrarvi chi è realmente [ edit: contenuto rimosso ]


  1. 1 Gioventù Cristiana » La soddisfazione di Gioventù Cristiana circola in rete (e non solo)! Trackback su 18 gennaio 2009 alle 23:50

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




blog attenzionato

Categorie

Avviso ai commentatori

In alcuni Paesi esprimere il proprio pensiero può costituire reato. Prima di inserire dei commenti illeciti, valutare l'opportunità di seguire la precisa indicazione fornita dall'immagine sottostante:

carabiniere cenno di no

gennaio: 2009
L M M G V S D
« Dic   Feb »
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031  

Top Clicks

  • Nessuna

Blog Stats

  • 264,870 hits
web analytics

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: