Livio Fanzaga e l’ateobus

Come promesso, non poteva mancare il pacato commento del pio Livio Fanzaga alla vicenda degli ateobus genovesi, con riferimenti ad Odifreddi, Satanasso e pure alla “malattia innominabile” (per dimostrare l’utilità della fede…).

Bando alle ciance, ecco il nuovo video del Livio Fanzaga Show:

scarica il video

26 Responses to “Livio Fanzaga e l’ateobus”


  1. 1 Sandro 17 gennaio 2009 alle 10:21

    Di nuovo con la minaccia (augurio?) del cancro? Ci vuole proprio vedere morti.

  2. 2 sam 17 gennaio 2009 alle 11:46

    vomito.

  3. 3 francesco contini 17 gennaio 2009 alle 12:04

    su questa cosa non riesco a ridere, purtroppo. E’ dura rimanere “razionali” di fronte a considerazioni del genere, che però hanno il merito di dimostrare quanto la pubblicità sia giusta e lo slogan azzeccato.

  4. 4 matteo 17 gennaio 2009 alle 12:47

    padre livio è assolutamente delirante, sembra quasi ai limiti della sanità mentale.
    chissà se i tram che si sono schiantati a milano avevano l’angelo custode sopra di loro

  5. 5 poverobucharin 17 gennaio 2009 alle 14:43

    complimeti per la nuova tool, bella.
    Pdre Salivio, che sputa catarro e sentenze alla radio, si fotta.

  6. 6 razionalismo 18 gennaio 2009 alle 01:41

    la “nuova tool” che sarebbe?
    parli della testata superiore che ho sostituito con una immagine?

  7. 7 Nicola 18 gennaio 2009 alle 18:22

    Mi auguro sinceramente che il cancro venga a padre Livio e a quella [ *** testo rimosso *** ].

  8. 8 Maurizio Andrea 25 gennaio 2009 alle 00:07

    Salve Amico Razio.
    Spero che questa volta il mio scritto vada a buon fine. Purtroppo il precedente non è andato😦
    Ho realizzato un video in merito a quanto tu hai descritto e lo trovi con url:
    http://it.youtube.com/watch?v=WHtitpqAgvU

    Ti Saluto. Abbraccio Fraterno.
    Con Amicizia e Rispetto
    Maurizio Andrea.

  9. 9 Alessandro, Lecce 26 gennaio 2009 alle 02:11

    Ma chi se ne mporta di quello che scrivono?

  10. 10 nessuno 31 gennaio 2009 alle 15:37

    scusate don livio,è stato un modo per far capire che l’uomo cerca DIO solo quando ha davvero bisogno.io sono un cattolico praticante,e vivo per cristo SIGNORE,ma nn voglio attaccare nessun ateo,perchè come DIO lascia il libero arbitrio su ogni singolo uomo,anche io lascio che sia cosi…ma badate amici….un giorno vi ricrederete,sperando che nn sia troppo tardi.cmq viva l’amicizia co gli atei,e che ci sia sempre il confronto.ciao

  11. 11 Marcoz 31 gennaio 2009 alle 18:31

    “un giorno vi ricrederete,sperando che nn sia troppo tardi”

    Troppo tardi per cosa?

  12. 12 nessuno 31 gennaio 2009 alle 21:51

    ciao marcoz,darti una risposta,non è facile per voi che non credete,è come se tu insegnassi che so aramaico alle elementari,ecco perchè ci vorrebbe anzitutto il dialogo-confronto,quello che voi nn volete.ti domandi troppo tardi per cosa? devi sapere che per DIO nn è mai troppo tardi,ma è stata una mia riflessione.tardi nel capire che davvero nn siamo soli.(nn prendetela come offesa l’inizio del mio discorso,se tu mi parlassi di medicina io che sono teologo nn capirei nulla!!!)ciao

  13. 13 nessuno 1 febbraio 2009 alle 01:07

    AH DIMENTICAVO!!!!PER NICOLA,LASCIA STARE INTERNET IMPARA PRIMA A SOCIALIZZARE,E PERCHè NO L’EDUCAZIONE,DAL TUO COMMENTO SI DEDUCE CHE PROVIENI DALLE CAVERNE!.VERO POVEROBUCHARIN??????????

  14. 14 Marcoz 1 febbraio 2009 alle 10:20

    Sig. Nessuno, posi pure il gatto nero inesistente che ha trovato in una stanza buia e si tranquillizzi: io non potrei mai parlarle di medicina.

    Le posso assicurare, inoltre, che io non mi sento affatto solo, neppure quando penso intensamente a quella palla microscopica su cui mi trovo e che vaga negli spazi siderali. Quindi, almeno per quanto mi riguarda, il problema non si pone.

    Piuttosto vorrei dire che quando rientro a casa e chiedo “c’è qualcuno?”, i miei familiari, se ci sono, rispondono.
    Chi le ha risposto e l’ha convinta di non essere “solo”?
    No, un attimo, non dica nulla! Provo a indovinare…
    Un arbusto ardente, forse?

  15. 15 qualcuno 1 febbraio 2009 alle 21:32

    @marcoz
    Troppo tardi per cosa?

    No, un attimo, non dica nulla! Provo a indovinare…
    Ma certo, per non finire bruciato dall’arbusto ardente…

  16. 16 Marcoz 2 febbraio 2009 alle 08:34

    Sig. Qualcuno (o Nessuno?), quindi lei crede per esclusivi e personali fini utilitaristici.

  17. 17 Qualcuno 2 febbraio 2009 alle 13:07

    In Dio non si crede per paura.
    Dio si ama e non si teme e sono convinto che nessun ateo si convertirà mai per paura della morte.
    E oltremodo non penso che nessuno o qualcuno possa convincervi del contrario.
    Ma mi sia consentita la battuta di Qualcuno ad una risposta data a Nessuno con un po’ di ateistico sarcasmo.

    Ricordi comunque che, come disse San Crisostomo, “NULLA È PIÙ INUTILE DI UN CRISTIANO CHE NON SI ADOPERA A SALVARE GLI ALTRI”.
    Per cui è inevitabile che ogni tanto Qualcuno o Nessuno vi venga a trovare. Ma solo per fare del bene.

  18. 18 Marcoz 2 febbraio 2009 alle 14:13

    “NULLA È PIÙ INUTILE DI UN CRISTIANO CHE NON SI ADOPERA A SALVARE GLI ALTRI”

    Se questo può far guadagnare punti Paradiso, faccia pure: non sarò certo io a prendere a male parole il cristiano dal proselitismo incontinente. Sempre che non mi venga a suonare il citofono alle otto della domenica mattina, come fanno alcuni, mentre intrattengo determinati argomenti con mia moglie.

  19. 19 ateismo 6 febbraio 2009 alle 08:44

    Sentire quest’uomo che sfancula chi non la pensa come lui con la voce anche leggermente rotta dal fastidio se non dal pianto, rivolto ad un pubblico di pecore, è davvero triste

    Per la cronaca, magari a qualcuno degli ascoltatori verrà il cancro, magari per colpa delle emissioni dannose di radio maria.

    Che vergogna immane, questo soliloquio.

  20. 20 Mauro 17 febbraio 2009 alle 22:35

    Ma a essere atei, chi ci guadagna?

    Nessuno, penso sia meglio credere in una divinità positiva che nel niente di niente, onestamente.

    Ben venga una fede in Dio sana e forte, altro che la fede nelle leggi della fisica e della chimica, che mettono solo una grande solitudine e tristezza, a parte che non danno nessuna spiegazione decente sul fatto che l’uomo è l’unico essere in grado di comprenderlo e di utilizzarlo in modo intelligente, l’Universo.

    E piantiamola col dire che l’uomo deriva dalle scimmie,
    e’ il senso del bene e del male la caratteristica principale e sbalorditiva dell’uomo, non il corpo somigliante a quello delle scimmie.

  21. 21 Marcoz 18 febbraio 2009 alle 08:00

    Guardi, sig. Mauro, che lei non deve giustificarsi; può credere a quello che vuole, se questo la rende felice.

    E, comunque, sono d’accordo con lei: è ora di finirla di dire che l’uomo discende dalle scimmie (come spesso sostengono i detrattori di Darwin).

    Stia bene.

    • 22 yoshi 23 settembre 2009 alle 17:44

      Non per sconvilgere nessuno ma è una realtà che l’uomo si sia evoluto dalle scimmie.

  22. 23 Zel 18 febbraio 2009 alle 18:16

    “Ma a essere atei, chi ci guadagna? Nessuno”–> quindi lei segue una religione per un guadagno?!?!?!?

    “fede nelle leggi della fisica e della chimica”—> essendo LEGGI non sono una fede ma sono oggettiva dimostrazione di un dato di fatto (non ho “fede” che due atomi di idrogeno e uno di ossigeno formino una molecola d’acqua: è così, punto)

    “che mettono solo una grande solitudine e tristezza”—> a me, francamente, no.. mi spiace per lei se la chimica la fa sentire solo e abbandonato… magari le suggerisco un corso di recupero nella suddetta materia per non farla sentire isolato dal mondo per una evidente ignoranza della materia… ^_^

    “non danno nessuna spiegazione decente sul fatto che l’uomo è l’unico essere in grado di comprenderlo e di utilizzarlo in modo intelligente, l’Universo.”—> sull’intelligente ci srebbe da dire molto, ma mi limito a constatare che l’esistenza dell’uomo all’Universo è assolutamente indifferente: che ci sia o meno un uomo, l’universo funzionerebbe cmq e benissimo.

    “l’uomo deriva dalle scimmie”—> al massimo si è evoluto dalla scimmie…

  23. 24 Alessandro, di Lecce 25 marzo 2009 alle 18:52

    CIAO LIVIO CI VEDIAMO PRESTO -PROPRIO ORA STO SENTENDO LA BARZELLETTA DEL PESCECANE,INTERVISTATO DALLA RADIO VATICANA

  24. 25 yoshi 23 settembre 2009 alle 17:51

    Domanda:
    quella gran testa di Livio Fanzaga è sano di mente o quando era piccolo gli hanno asportato un pezzo di cervello?


  1. 1 Razionalizziamo #2 « Flying Spaghetti Monster’s Italian Church Trackback su 17 gennaio 2009 alle 13:19

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




blog attenzionato

Categorie

Avviso ai commentatori

In alcuni Paesi esprimere il proprio pensiero può costituire reato. Prima di inserire dei commenti illeciti, valutare l'opportunità di seguire la precisa indicazione fornita dall'immagine sottostante:

carabiniere cenno di no

gennaio: 2009
L M M G V S D
« Dic   Feb »
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031  

Top Clicks

  • Nessuna

Blog Stats

  • 264,746 hits
web analytics

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: