Associazione Nazionale Famiglie Numerose contro Renault

E’ sempre un piacere leggere l’angolo della posta di Avvenire, il quotidiano dei vescovi italiani, per scoprire cosa frulla per la testa dei devoti cattolici.

Quasi ogni giorno scrive qualche cattolico che si sente offeso o  perseguitato da quei maledetti laicisti, relativisti, nichilisti.

E’ il caso ad esempio della Associazione Nazionale Famiglie Numerose (manca l’aggettivo Cattolica, lo aggiungo io), che si è scagliata contro la Renault per via della nuova campagna pubblicitaria della vettura Scenic, in cui si osa mostrare una famiglia molto allargata e poco cristiana:

Ma noi siamo stanchi di accettare che quanto è più importante per noi venga svilito e dissacrato con tanta leggerezza. E chiediamo alla Renault di ritirare immediatamente lo spot che dà una immagine tanto falsa e narcotizzata della famiglia, senza rispettare chi fatica e lotta per la famiglia, sua e degli altri. Invitiamo fin d’ora le famiglie numerose a scegliere altre case automobilistiche per l’acquisto della vettura, per sottolineare concretamente la contrarietà nei confronti della campagna pubblicitaria della Renault Scenic e nel contempo assicuriamo che l’Associazione Nazionale Famiglie Numerose non sottoscriverà con Renault lo stesso tipo di convenzione in essere con Fiat, Ford e Volkswagen.

Ecco la pietra dello scandalo:

24 Responses to “Associazione Nazionale Famiglie Numerose contro Renault”


  1. 1 zinnabianca 6 maggio 2009 alle 18:41

    da non credente non darei tutta la colpa alle ideologie diffuse, darei la colpa alla mancata sterilizzazione dei genitori di questi dementi.

  2. 2 mikar 6 maggio 2009 alle 23:20

    Ma che vadano a cagare

  3. 3 spaghettovolante 7 maggio 2009 alle 07:38

    Io non ho parole.

  4. 4 Ruca Matsuo 7 maggio 2009 alle 14:53

    Mah, che la pubblicità fosse di cattivo gusto era palese, ma da qui a farne la solita tragedia greca ce ne vuole.
    Qualcosa mi dice che questa gente ha troppo tempo libero da sprecare in preghierine e lamentele inutili piuttosto che occuparsi delle cose serie…

  5. 5 Sandro 7 maggio 2009 alle 23:58

    Non sanno più per cosa lamentarsi…

  6. 6 marco 8 maggio 2009 alle 18:25

    Non ho visto comunicati per lamentarsi del premier che se la fa con le minorenni e che per questo divorzia.
    Strano paese davvero il nostro.

  7. 7 poverobucharin 9 maggio 2009 alle 14:47

    Sarebbe bello tornare indietro nel tempo e regalare dei preservativi ai genitori degli iscritti a questa associazione.

  8. 8 Marcoz 10 maggio 2009 alle 12:32

    Aggiornamento:
    http://www.fattisentire.org/modules.php?name=Sections&op=viewarticle&artid=70

  9. 9 Riccardo 14 maggio 2009 alle 10:08

    Queste associazioni riescono a riunire in maniera molto efficace tutti i peggio dotati del paese.
    Lodevole.

    E purtroppo figlieranno.

    • 10 pippo 11 gennaio 2012 alle 20:08

      ma vai a fare in culo…..

  10. 11 Zel 15 maggio 2009 alle 09:17

    Non sono mancati gli anatemi anche da parte dei Tradizionalisti: http://www.tradizione.biz/forum/viewtopic.php?t=13602

  11. 12 Vinz 19 maggio 2009 alle 14:28

    Azz…nel filmato c’è pure un negretto, sicuramente musulmano. Nonono non va bene, no!

  12. 13 prefe 25 maggio 2009 alle 11:25

    mi è venuta voglia di vendere la macchina e comprarmi una renault

  13. 14 andrea 25 maggio 2009 alle 21:37

    E’ assurdo che qualcuno abbia da ridire su queto spot e non sulla vita del premier che al suo secondo matrimonio se la fa con le sedicenni.
    Mi sembra che le famiglie allargate siano in italia la maggioranza. E’ un dato di fatto. La chiesa, le associazioni cattoliche, possono immaginarsi un mondo ideale (il loro) che non coincide con la realtà.
    Piccolo conto della serva: nella classe di mio figlio di 22 bambini solo il mio ed un altro hanno i genitori non separati.
    la situazione non migliora nella classe di mio nipote (che va dalle suore): 75 % delle famiglie separate!

    Al Family Day il 60% dei politici è separato e con seconda moglie!(Fini, Berlusconi, Casini, ecc)

    Venderò anche io la mia fiat per una renault!
    Che paese di ipocriti!

  14. 15 fata 1 giugno 2009 alle 13:59

    Io attendo il quarto figlio e trovo questo spot originale e ben fatto, oltre che divertente…per la cronaca: possiedo una renault grand espace!!

    • 16 mago merlino 26 giugno 2009 alle 12:30

      con quanti padri!?

  15. 17 Fenrir 8 luglio 2009 alle 14:38

    Allora….dopo questo ho venduto la mia panda ( che ha sottoscritto trattati etici con l’ AFNPPCD( Associazione delle Famiglie Numerose e Purtroppo Piene Così di Dementi ) e ho preso subito una renault scenic.
    Detto questo, mi chiedo perchè sia concessa (ovviamente per grazia divina che scherziamo?!?) tanto potere riproduttivo a individui che dovrebbero riprodursi il meno possibile

  16. 18 Sara 23 ottobre 2009 alle 11:42

    L’associazione non è cattolica!E’assolutamente laica!Ovviamente la maggior parte delle famiglie che ne fanno parte professano questa religione in quanto quella più diffusa in Italia.
    Detto questo lo spot lo avete visto tutti, il sito dell’Associazione immagino di no!Quindi non parlate a vanvera, visto che non è stata fatta alcuna polemica a riguardo, ma è stata semplicemente espressa un’opinione.
    Non ci sono state manifestazioni contro la Renault o simili!
    Inoltre vi lamentate tanto che in Italia siano tutti divorziati e poi non capite che il bello del fare più figli con la stessa persona sia propriola la testimonianza dell’amore che li lega.
    Voi non volete un premier come Berlusconi (e condivido appieno), però vi va bene che due persone qualsiasi si sposino, facciano un figlio, divorzino, si mettano con un’altra persona, facciano un altro figlio e così via…ovvero quello che lo spot mostra.Ma questa è davvero una famiglia?Sbagliare è umano…per l’amor del cielo, ma prendere alla leggera queste questioni è del tutto sbagliato e controproducente.
    E soprattuto poco intelligente.E’giusto avere 1000 fidanzati, amanti e fare tutte le esperienze del mondo, ma un figlio è una persona e come tale fragile, quindi prima di averne uno ci si deve pensare molto bene…

    PS: ho solo un fratello e non ho figli.

  17. 19 marcozifgim 23 ottobre 2009 alle 12:30

    Eli, Maria e, ora, Sara…
    Razionalismo, scusa se mi permetto la confidenza: ma cosa hai fatto di tanto grave per meritarti tutto questo?

  18. 20 Sandro 23 ottobre 2009 alle 14:14

    @Sara
    >Non è stata fatta alcuna polemica a riguardo.

    Vero. Lo dimostrano appunto le parole “chiediamo alla Renault di ritirare immediatamente lo spot” e “invitiamo fin d’ora le famiglie numerose a scegliere altre case automobilistiche”.

  19. 21 pinaz 24 ottobre 2009 alle 13:39

    @Sara

    prima di leggere la tua accorata “difesa” della laica associazione stavo per l’appunto documentandomi sul sito… è talmente laica che:

    – al punto 1 del comma B dell’articolo 1 dello Statuto si sente l’esigenza di specificare che possono essere membri del “i genitori, considerati come coppia ETEROSESSUALE unita da vincolo di matrimonio civile e/o religioso”.
    ad un’associazione laica non verrebbe neanche in mente di specificare una cosa del genere…
    – nella pagina “chi siamo – l’associazione” si legge: “siamo quelli che vivono impagabili momenti di allegria, di dolcezza, di letizia, di festa, di PREGHIERA […]”
    mooolto laico…
    – tra le news che scorrono sotto il banner di testa, l’ultima inserita, del 24/10 si intitola “morire di parto. una preghiera”
    – nella pagina “il consiglio” si nota come i consiglieri non siano tizio, caio o sempronio bensì sempre una coppia di persone, marito e moglie… perchè non anche i figli??

    ma perchè dovete mascherarvi da laici? non c’è mica nulla di male ad essere cattolici… se non fosse che molti cattolici vogliono interferire nella sfera pubblica con argomentazioni prettamente cattoliche senza ammetterlo…

  20. 22 Sara 5 novembre 2009 alle 12:46

    …negli ultimi anni il termine laico viene invece utilizzato in maniera talvolta impropria per indicare un generico agnostico o ateo. Tale uso è semanticamente scorretto, in quanto laico ha significato di svincolo dall’autorità ecclesiastica, ma non inficia la professione di una particolare confessione religiosa: per cui si possono distinguere laici credenti[1] da laici non credenti…
    E cmq la signora morta di parto è la mamma di una famiglia numerosa iscritta all’Associazione, ma che professa la religione musulmana!!!Assicuro che come loro ce ne sono tantissimi altri…

  21. 23 pinaz 13 novembre 2009 alle 15:49

    sara, hai ragione quando dici che la contrapposizione di laico a credente è errata e me ne scuso.
    ciò non toglie che il sito, per i motivi esposti sopra, non sia proprio laico…

  22. 24 razionalismo 13 novembre 2009 alle 20:03

    Faccio notare che TV2000, la televisione dei vescovi italiani, trasmette le pubblicità di Renault…


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




blog attenzionato

Categorie

Avviso ai commentatori

In alcuni Paesi esprimere il proprio pensiero può costituire reato. Prima di inserire dei commenti illeciti, valutare l'opportunità di seguire la precisa indicazione fornita dall'immagine sottostante:

carabiniere cenno di no

maggio: 2009
L M M G V S D
« Apr   Giu »
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

Top Clicks

  • Nessuna

Blog Stats

  • 264,870 hits
web analytics

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: