Il giudice Luigi Tosti e la pera metallica

Ogni volta che da Sposini (quello che mangiava il pollo durante il telegiornale) si parla di crocifissi ne succedono di tutti i colori.

La tranquillità delle casalinghe italiane sintonizzate sul primo canale è stata turbata dallo scoppiettante giudice Luigi Tosti che improvvisamente ha estratto dalla tasca una pera metallica,  ovvero uno strumento di tortura medievale che veniva inserito nell’orifizio anale o vaginale:

Poi il mite don Mario Pieracci ha spiegato come sia normale imbrattare i muri degli atei che polemizzano per la presenza del crocifisso nelle aule scolastiche, essendo una forma di espressione…

4 Responses to “Il giudice Luigi Tosti e la pera metallica”


  1. 1 Sandro 25 gennaio 2010 alle 23:31

    Appena ho un attimo libero vado a defecare nella chiesa più vicina a casa.
    È anche quella una forma di espressione.

  2. 2 Ruca Matsuo 27 gennaio 2010 alle 21:48

    “Gli atei, non avendo una religione, non potrebbero avere un’associazione quindi sarebbero illegali e illeciti.”

    Dopo questa vado a prendere il primo volo per la Finlandia. In che porcile viviamo. Che vergogna.

  3. 3 Matteo Mainardi 3 febbraio 2010 alle 12:56

    Complimenti per i contenuti del blog! Mi sono permesso di aggiungervi ai preferiti del mio sito.

    Continuate così!

  4. 4 ulderico 10 dicembre 2010 alle 23:20

    Quel prete sbaglia. Cio’ non vuol dire che tutti i preti o i religiosi siano come lui.
    Cordiali saluti


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




blog attenzionato

Categorie

Avviso ai commentatori

In alcuni Paesi esprimere il proprio pensiero può costituire reato. Prima di inserire dei commenti illeciti, valutare l'opportunità di seguire la precisa indicazione fornita dall'immagine sottostante:

carabiniere cenno di no

gennaio: 2010
L M M G V S D
« Dic   Feb »
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

Top Clicks

  • Nessuna

Blog Stats

  • 264,870 hits
web analytics

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: