AntiUaar

E’ sbarcato sulla piattaforma YouTube il nuovo canale AntiUaar, che si presenta così:

salve ragazzi.
siamo l’antiuaar, siamo contro quell’associazione di falsi e ipocriti che vogliono rovinare il nostro paese con bestemmie, offese, antipatriottismo e anticristianesimo.
aiutatemi a diffondere il messaggio iscrivetevi e diffondete il messaggio.
w l’italia vera dei valori

Il primo video pubblicato appare più oscuro della trama di Inland Empire di David Lynch e prende spunto da un manifesto UAAR, che vede protagonista Marta, 32 anni, divorziata, che ha versato senza saperlo 246 Euro alla Chiesa Cattolica.

Nel video appaiono frasi farneticanti che mischiano la condanna dell’Italia (5000 Euro) per l’imposizione del crocifisso a scuola, il denaro prelevato grazie all’Otto per Mille, matrimonio in chiesa, avvocati e spese legali per il divorzio.

Visti i risultati, il video conferma il noto paragone tra religione e oppio:

68 Responses to “AntiUaar”


  1. 1 nemesi 5 marzo 2010 alle 20:50

    Secondo me s’è fatto d’incenso! e poi dicono che lo sballo da fede non fa male….

  2. 2 marcozifgim 5 marzo 2010 alle 21:25

    “rimanete con noi ne vedrete delle belle”

    C’è da esserne sicuri

  3. 3 spaghettovolante 5 marzo 2010 alle 21:58

    Cavernicoli con windows movie player: sempre esilaranti. Almeno fino a quando non ci si sente mossi a pietà.
    Mi iscrivo subito al canale.

    RAmen

  4. 4 Jon 6 marzo 2010 alle 16:53

    E dopo i piccoli anti-antifascisti,è la volta dei piccoli anti-anticlericali…che tristezza davvero.

  5. 5 Antiuaar 10 marzo 2010 alle 12:32

    caro Jon, mancano alla tua lista i piccoli anticlericali, sai?

    E per spaghetto, ti faccio una domanda.
    Come ho preso i frammenti di video da youtube e li ho convertiti? Con moviemaker?
    Mi sa che il cavernicolo che non ha guardato i video sei tu!😉
    Lo uso solo per comodità, si fa prima a fare video per youtube. Si fa prima a ridurre.
    So usare bene premiere, vegas, after effect e particle illusion. Ma non ho nè tempo, nè voglia, nè bisogno di usarli per questi video.

    Poi sono in attesa della risposta di razio+ alla domanda.
    Sempre che trovi una risposta al mio quesito.

  6. 6 spaghettovolante 10 marzo 2010 alle 12:38

    Fino a scaricare i video, sono sicuro che ci arriva anche la gente come te http://nonciclopedia.wikia.com/wiki/Gente_come_te
    Da cavernicolo, come da prassi, anche il senso estetico: c’è qualcosa di più caricaturale dello sfondo blu con le scritte?
    Si, la gente come te.
    Corro a veder il commento sul mio profilo yt, non vedo l’ora.

    RAmen

  7. 7 Jon 10 marzo 2010 alle 14:04

    Sostenere l’UAAR,farla conoscere,significa lottare per un’Italia puù democratica,libera e moderna,un’Italia in cui tutti possono avere più diritti…ma del resto già ai tempi di Garibaldi c’era chi difendeva il papa re ed il potere temporale dei papi,che usavano il popolino come carta igienica…”caro” antiuaar continua pure a fare questi video demenziali,e non dimenticare di prendertela anche con la scienza,il progresso,la laicità e tutte quelle “invezioni diaboliche” che non piacciono per nulla al tuo monarca assoluto.

  8. 8 Jon 10 marzo 2010 alle 14:06

    Sostenere l’UAAR,farla conoscere,significa lottare per un’Italia più democratica,libera e moderna,un’Italia in cui tutti possono avere più diritti…ma del resto già ai tempi di Garibaldi c’era chi difendeva il papa re ed il potere temporale dei papi,che usavano il popolino come carta igienica…”caro” antiuaar continua pure a fare questi video demenziali,e non dimenticare di prendertela anche con la scienza,il progresso,la laicità e tutte quelle “invenzioni diaboliche” che non piacciono per nulla al tuo monarca assoluto.

  9. 9 Jon 10 marzo 2010 alle 14:10

    ..scusate mi ha inviato anche la bozza,se volete cancellate pure il doppione.

  10. 10 marcozifgim 10 marzo 2010 alle 14:15

    Non sarei troppo severo col sig. Antiuaar (che, guarda il caso, anagrammato dà “una tiara”). Tutto sommato segue la tendenza di produzioni come Avatar: grandi effetti speciali, ma contenuti scarsi.

    • 11 Sandro 10 marzo 2010 alle 19:23

      Potrebbe essere la nascita di un nuovo mito.
      Antiuaar : Razionalismo = Amtimaterialista : Spaghetto Volante

  11. 12 Riccardo 10 marzo 2010 alle 23:42

    Solo in paesi degradati com l’italia c’è bisogno di fondare associazioni come l’UAAR per combattere l’oscurantismo medievale in cui si crogiolano le menti semplici (italiani medi).
    E non pensavo l’italia fosse tanto degradata, tipo quarto mondo, da veder nascere un gruppo su youtube chiamato antiuaar, con tutto quello che ne segue (antiscienza, antilibertà, antilogica, antiintelligenza, anticultura, anti-ecc. anti-ecc…)

    • 13 Jack 12 marzo 2010 alle 12:42

      grande ipocrisia riccardo…
      in italia non c’è bisogno di combattere niente.
      forse ti confondi con l’islam.
      non mi sembra che in italia le donne girino col volto coperto o si puniscano le persone che non credono…

      e l’anticultura è l’uaar.
      togliere il crocifisso è anticultura.

      guarda caso i maggiori autori della CULTURA italiana sono(quasi) tutti credenti.

      e l’antiscienza cosa sarebbe? togliere l’aborto?

      l’antilibertà dove? la chiesa ti impedisce di fare qualcosa? ti obbliga a pregare?

      antilogica perchè? esiste la prova che dio non esista?

      e da quello che dici mi sembra che l’unica cosa antiintelligenza sia il tuo commento stupido e superficiale.

      l’italia sta vedendo l’intolleranza verso i cattolici. la fortuna è che questi intolleranti sono solo un piccolo gruppo di pecorelle insignificanti che parlano a vanvera e che sprofonderanno nella loro stessa lana sempre più gonfia delle assurdità che predicano.

      • 14 marcozifgim 12 marzo 2010 alle 12:47

        Jack?!? Intende, forse, Jack Daniel’s?

      • 15 Sandro 12 marzo 2010 alle 13:25

        Togliere il crocifisso dalle pareti delle scuole non è anticultura, è rispetto del principio di laicità.

        Antilibertà è fare di tutto per impedire che certe leggi entrino in vigore: testamento biologico, ricerca sulle cellule staminali (e qui arriviamo all’antiscienza).

        Antilogica è credere che un falegname abbia avuto un figlio senza rapporto sessuale (mi riferisco a Gesù, non a Pinocchio) il quale -trasformatosi in zombie- salverà l’umanità dalla dannazione a cui siamo destinati perchè una nostra antenata “donna-costola” ha mangiato un frutto su consiglio di un serpente parlante. Fermo restando ovviamente l’impegno di mangiare la sua carne sotto forma di carpaccio e bere il suo sangue.

  12. 16 Giampiero 12 marzo 2010 alle 09:56

    In Italia abbiamo il Berlusca al governo da decenni…

    …se ci meritiamo il Berlusca, ci meritiamo anche l’UARR.

    Se ci sono le castronerie del Berlusca, ci sono anche quelle dell’UARA.

    Scusate, non riesco a scrivere URRAA, è una sigla che pare un latrato.

    Si squalificano da soli. Proprio come il Berlusca con le sue geniali trovate.

  13. 17 marcozifgim 12 marzo 2010 alle 10:00

    Si squalificano da soli

    Un esempio concreto, sig. Giampiero?

    Buona giornata

  14. 18 Giampiero 12 marzo 2010 alle 11:13

    Esempio concreto: invece di prendersela coerentemente con tutte le religioni, se la prendono solo con i cattolici.

    Esempio concreto: il Berlusca agita lo spettro dei COMUNISSSSSTI, mentre l’URRàURRà se la prende solo con i cattolici.

    Bisognerebbe rinominare l’URRàURRà in Unione degli Ossessivi-Compulsivi Antichiesa Anticattolica.

    A quando una serie di incontri e manifestazioni laiciste e razionaliste contro gli inquietanti scandali dei testimoni di geova? A quando una campagna sull’operato dei mormoni o di damnhanur? A quando volantinaggi e petizioni sul caso delle sette paracattoliche, sugli abusi di scientology, sulle numerosissime forme dell’islam?

    Inutili domande retoriche. L’URRàURRà consiste solo in un anticattolicesimo isterico.

    • 19 Sandro 12 marzo 2010 alle 11:33

      Stai pur tranquillo che si contestano anche fatti legati a islam, testimoni di geova, scientology (ne ricordo proprio uno negli ultimi giorni) e religioni in senso generale.
      Probabilmente hai un filtro nei feed che ti impedisce di avere quelle notizie.

      Il fatto che la maggior parte delle notizie siano legate alla CCAR è strettamente collegato al fatto di quanto si intromettano nella vita in Italia.
      Non ricordo di aver visto un rappresentante dei TDG che parla da un pulpito ascoltato da folle di persone e mostrato in tutti i telegiornali, a cui viene destinato l’8pm, ecc..

    • 20 marcozifgim 12 marzo 2010 alle 11:39

      “invece di prendersela coerentemente con tutte le religioni, se la prendono solo con i cattolici”

      Scusi, sig. Giampiero, temo che la sua osservazione sia totalmente risibile. E le spiego il perché, ignorando, per un momento, il pressante dubbio che mi rimbalza nella testa “ma ci è o ci fa”?
      Accusare l’UAAR di prendersela solo con i cattolici non solo è falso (le notizie pubblicate dall’associazione, per esempio, riguardano tutte le religioni e vengono riportate fatti e informazioni su cristiani cattolici, protestanti, musulmani, mormoni, ebrei, indù, e chi più ne ha, più ne metta) ma, oltretutto, ridicolo: quale dovrebbe essere, secondo lei, il principale bersaglio di chi auspica una compiuta laicità dello Stato, in una nazione dove la dominante religiosa è ad appannaggio della Chiesa Cattolica?

  15. 21 Giampiero 12 marzo 2010 alle 12:20

    Ma gli URRàURRà ci sono o ci fanno?

    Gli scandali sessuali dei tdg, chi li conosce? L’impero economico della setta neocatecumenale, chi lo descrive? E quello di scientology, perché l’URRàURRà ne parla così poco? Cifre che sono al di sopra del vituperabile 8pm!

    Se ve la prendete col papa solo perché “parla da un pulpito ascoltato da folle di persone e mostrato in tutti i telegiornali” allora dovreste coerentemente prendervela con i campioni di formula 1 e con il presidente della repubblica!

    L’ULLALLà URRàURRà è una grande e triste delusione. Riesce talmente a screditare se stessa, che mi fa pensare che è stata fondata da alcuni cattolici furbi, in modo che poi possano dire: vedete? si dichiarano razionalisti e poi non usano la ragione, ma solo il pregiudizio… anzi, solo un pregiudizio.

  16. 22 marcozifgim 12 marzo 2010 alle 12:23

    La devo ringraziare, sig. Giampiero, il dubbio che mi perseguitava al suo riguardo si è sciolto.

    Buon fine settimana

    • 23 Jack 12 marzo 2010 alle 12:55

      marcozifgim, come mai tutti voi quando parlate siete così superbi e pensate sempre di avere ragione a priori?

      un giochino retorico che funziona poco per esempio quello con giampiero.
      gli dai indirettamente dello scemo per farti apparire come un giudice, e far sembrare lui un’annullità, quando lui ti ha argomentato cose a cui non sai rispondere.

      è evidente che siate persone depresse e poco realizzate nella vita. in questo modo sul web, dove non avete un confronto diretto con l’altro interlocutore, lo stato di inferiorità che sentireste in un dialogo diretto svanisce, in quanto siete difesi da una distanza, da uno schermo, e da parole scritte.
      tali parole spesso non hanno un tono, in quanto come scritte rimangono tali, e la frase più “azzeccata” fa apparire l’altro come un povero stupido.
      cosa che invece non succede nel dialogo diretto, in quanto la dialettica è composta anche da espressioni facciali e da atteggiamenti che possono far sentire a disagio l’altra persona indipendentemente da chi veramente abbia ragione.

      in questo caso voi vi schierate contro questi antiuaar.
      in realtà a parer mio non ha senso nè che esista l’antiuaar, ma nemmeno che esista l’uaar.
      in italia la chiesa ormai ha solo potere politico.
      non ci sono donne che girano col capo coperto o tagli di lingua pubblici in piazza a chi dice o sostiene blasfemie.
      questo si chiama islam.
      l’italia non ha alcun bisogno di tolleranza. anzi, la tolleranza è già troppa, su tutti i fronti.
      dagli extracomunitari non in regola, che entrano in italia, spacciano rubano stuprano ecc… ai giovani sbandati senza ideali, valori, che credono nella droga e nel sesso, e nel dio denaro. con lo scopo un giorno di diventare calciatori e veline.
      quindi è ovvio che in un paese con questo tipo di andazzo le preghiere la fede e la chiesa non se li “caghi”(scusate l’espressione) nessuno.
      è quindi molto ipocrito arrivare a dire che in italia non ci sia libertà o democrazia… in verità ognuno fa quello che gli pare. soltanto a livello politico, il potere della chiesa è realmente contestabile. ma questo non riguarda la tutela degli atei. anche perchè il potere politico è tutto sbagliato. a destra o sinistra, in chiesa o in parlamento, ogni decisione viene presa per un fine monetario e di potere, e non vi è (quasi) mai la scelta giusta per il popolo.
      il mondo è messo in moto da un motore chiamato dio denaro. questo dio è molto più venerato di quello cristiano, di quello musulmano o di quello induista.
      questo dio non viene mai dimenticato e viene sempre pregato.
      si uccide e si ruba nel nome di questo dio, sempre e comunque.
      e scommetto che se io facessi un’associazione a tutela degli “atei del dio denaro” non avrebbe un gran successo…

      • 24 marcozifgim 12 marzo 2010 alle 13:00

        Guardi, sig. Daniel’s, che è inutile che lei scriva certi pipponi, se nelle prime righe mette frasi come “per farti apparire come un giudice” oppure “quando lui ti ha argomentato (sic!) cose a cui non sai rispondere.”.
        Come pensa che potrei andare avanti a leggere il resto?
        Anche il cazzeggio ha dei limiti.

  17. 25 In Nomine Jesu 13 marzo 2010 alle 08:36

    ricordatevi sempre che invece di stare a discutere di cose inutili sarebbe meglio se prima vi informiate sul serio e poi pentiti ve ne ritorniate ben ben bastonati all’Ovile al S.Ovile con una bella S.Confessione che magari vi libera dal peso di essere in fin dei conti e solo dei Cattolicissimi repressi…

    Il Signore e la Vergine Santa Vi Benedicano!

    • 26 Sandro 13 marzo 2010 alle 08:59

      Dopo l’Attacco dei Cloni, nelle migliori sale arriva…
      “L’Attacco dei Troll”.

      Coming Soon!!

  18. 27 In Nomine Jesu 13 marzo 2010 alle 17:58

    In realtà il vero Troll è chi non vuole nemmeno sentire la verità di Crist Gesù e della Sua Chiesa!!!

    http://www.unesorcistaoggi.blogspot.com
    Per Mariam ad Jesum
    In Nomine Jesu

  19. 28 spaghettovolante 13 marzo 2010 alle 18:06

    Ma che ooooooo!?? E’ un continuo! Prima giuliano e pierpaolo, poi antiuaar e adesso il grande ritorno????
    Cos’è, la primavera?

    RAmen

  20. 29 In Nomine Jesu 14 marzo 2010 alle 09:44

    ehhh…. sai com’è???
    con la primavera…!!!
    http://www.unesorcistaoggi.blogspot.com
    In Jesu et Maria
    In Nomine Jesu

  21. 30 In Nomine Jesu 14 marzo 2010 alle 09:46

    arriva una ventatata d’aria fresca… nuova… vera!!!!!

    http://www.unesorcistaoggi.blogspot.com

    In Nomine Jesu

    • 31 Sandro 17 marzo 2010 alle 17:21

      Che succede in primavera?
      Ah già… il Suo ritorno.

  22. 32 Antony Flew 17 marzo 2010 alle 17:09

    W l’anti UAAR!!!!!!

    Vi piace il nuovo simbolo? http://4.bp.blogspot.com/_puAXpv5Pr3A/S6D7yjIXsbI/AAAAAAAAAC0/H1BfC0Ps5Zg/S740/Anti+UAAR.jpg

    • 33 Sandro 17 marzo 2010 alle 17:17

      Non ho mai visto niente di più bello.
      Da Vinci, Buonarroti, Sanzio… imparate l’arte da un maestro.
      Propongo di tatuarlo su tutti i Gesù crocifissi nelle chiese.

  23. 34 spaghettovolante 17 marzo 2010 alle 18:03

    Ammappate che fantasia, sono scioccato…Siamo ai livelli di: un uomo entra in un caffè: splash. E mi immagino il lavorone con photoshop, litri e litri di sudore.

    RAmen

  24. 35 marcozifgim 18 marzo 2010 alle 08:56

    Se devo essere sincero (ma si tratta, in fondo, di deformazione professionale), pure il logo UAAR non è un granché: apprezzabile lo spunto del muro sfondato, realizzazione tecnica che lascia estremamente a desiderare.
    Tuttavia, devo oltremodo sottolineare la pochezza dell’elaborazione del marchio “AntiUAAR”, il cui autore, a mio avviso, ha perso l’occasione di dimostrare un minimo di creatività e, perché no?, di sferzante ironia. Dico, non sarebbe stato bello, sotto un lettering che richiamasse quello originale, un bel muro ricomposto di fresco, con tanto di filo a piombo e di cazzuola da muratore? E che dire – ma sono un genio! – di aggiungerci la classica “bolla” del mestiere?
    I significati racchiusi in un soggetto di comunicazione del genere sarebbero molteplici e profondi, ottimi per cementare la Fede.

    Buona giornata a tutti

    (qualora io non abbia gettato “perle ai porci” e qualcuno intendesse veramente utilizzare questo suggerimento, sia chiaro che la proprietà creativa dell’idea rimane del sottoscritto e può essere usata liberamente solo per scopi no-profit, previa autorizzazione esplicita e documentata. Fa fede, per quanto riguarda la genesi di cui sopra, l’ora e la data di pubblicazione di questo commento)

  25. 36 riccardo da padova 23 marzo 2010 alle 10:36

    Rispondo qui perche li chissà perchè non mi pubblicano il commento… :
    Se fossi religioso, pregherei perchè prima o poi la vostra mente si aprisse, ma essendo ateo, faccio l’ equivalente della preghiera. Niente.
    siete l’ ossimoro fatto fatto persona.Andate fieri e ostentate la vostra religione, che dovrebbe, a detta di tutti i suoi membri, diffondere amore e pace, e poi vedo dappertutto immagini di mussolini fn lega, ovvero dittatori guerrafondai e razzisti. e se un po di dignità ce l’ avete, non cancellerete questo commento, ma non ci conto troppo.
    e infatti non me l’ hanno pubblicato-.-,

  26. 37 uauauauaua 25 agosto 2010 alle 08:12

    “in non l’ho mai provato urrà”

  27. 38 francescoferraro 4 dicembre 2010 alle 15:23

    Ho dato una scorsa ai post precedenti e mi sono reso conto che uarrini vari postano e vengono pubblicati.
    Bene sono uno che ha tentato più volte di postare qualche opinione diversa dalle opinioni (molto discutibili) ivi usualmente presenti e sono stato sempre eliminato, pur rispettando ogni possibile regola di buon comportamento.
    Vi chiedo espressamente di fare dei tentativi in questo senso e vi accorgerete quanta poca voglia di confronto e democrazia alligna da quelle parti.
    A Jon che scrive sopra ricordo che UAAR si è autodefinita RELIGIONE pur di acchiappare un pugno di monetine, e per questo ha fatto, pare, anche un ricorso, insistendo. E questo definisce benissimo il loro livello di LAICITA’.
    Ambienti UAAR hanno anche fondato un partito “dopo tremila anni di riflessione atea” (sic!) chiamandolo -indovinate un pò?- DEMOCRAZIA ATEA, in via di estinzione subito dopo essere nato. Figuratevi i pesci in faccia che si sono presi da qualche radicale…
    Guardate il sito di “Democrazia Atea” e vi renderete conto…
    Il partito è diretto da Corsetti, avvocato, difensore del giudice Tosti, quello che non poteva soffrire i Crocifissi nelle aule dei tribunali…
    UAAR mette insieme incongruamente Atei e Agnostici. In realtà aggrega anche Anarchici, Assassini, Anticlericali e Massoni(vedi i santi atei o famosi non credenti (mica sono la stessa cosa!) elencati nel sito UAAR dove additano all’ammirazione dei propri sprovveduti adepti personaggi come Stalin, Pol Pot, Ataturk,Mao Tse Dong Enver Oxa e tanti simili soggetti (si scordano di appropriarsi di Hitler che sembra essere il perfetto uarrino per ideologia…
    Per quanto riguarda i Razionalisti forse i tapini ignorano la
    morale provvisoria e definitiva di Cartesio, ignorano (o fanno finta) i versi finali del “cinque maggio” per Napoleone, le ultime ore di vita di Voltaire…
    Dagli slogan che si leggono nel sito uaaaaar (“scrocifiggiamo l’Italia”, per esempio si può legittimamente arguire che questo gruppo folcloristico esegue compiti di bassa manovalanza per conto di qualche centrale massonica interessata a picconare le radici Cristiane dell’Europa.
    Fra i guru di UAAAAAR spicca un insegnante universitario di matematica con un passato di seminarista prima e geometra dopo…

    • 39 Antonio 6 dicembre 2010 alle 12:56

      Veramente difficile leggere tante scemenze tutte insieme,comunque,giusto per chiarire:

      La lista dei famosi non credenti è semplicemente(come suggerisce il nome) una lista di famosi non credenti(non esprime alcun giudizio,è semplicemente una lista),l’UAAR non si è mai definita religione,il crocifisso va tolto perché in contrasto col supremo principio di laicità dello stato e Hilter si troverebbe sicuramente più a suo agio all’antiuaar(visto che quel pacato mangiapatate si è sempre dichiarato cattolico e l’antiuaar è tutto un trionfo di svastiche e croci celtiche).

  28. 40 francesco 6 dicembre 2010 alle 21:19

    Caro Antonio,
    Tu scrivi che io avrei detto “tante scemenze…”
    e poi tu controbatti”L’Uaar non si è mai definita religione”…
    Siete 3.500 individui, una nullità statistica, ma la verità merita uno sforzo, quindi partiamo da questa prima “scemenza”, che comunque toglie a Uaar l’aura nobile del Laico per farle indossare i più meschini panni di chi si vende per un pugno di monetine.
    Scommettiamo quattro pomeriggi di volontariato caritativo in campo opposto (tu nella Caritas Cattolica, se UAAR si è definita religione; io nella Caritas Uarrina,se Uaar non si è mai definita religione, ognuno nell’ambito della propria provincia, la mia è Ragusa.
    Prima però informati con qualche segrestano ben informato della tua P-uaarrocchia, e poi scommetti.
    Semplice, no?
    Aspetto risposta.
    franco

  29. 41 francesco 6 dicembre 2010 alle 21:54

    Caro Antonio,
    L’ Uaar non si mai definita Religione?
    Sei uno sprovveduto o sei in malafede?
    Ciò premesso, il sottoscritto Romano Oss, rappresentante dell’UAAR ai sensi del¬l’art. 5 dello Statuto del¬l’As¬so¬cia¬zio¬¬ne, autorizzato con delibera del Comitato di coordinamento del 26 maggio 1996, impugna per i seguenti motivi:….
    leggi il post che segue…
    francesco

  30. 42 francesco 6 dicembre 2010 alle 22:18

    sono stati inoltrati insieme con la richiesta di intesa anche lo Statuto del¬l’U¬nione ed i documenti congressuali. Dal¬la motivazione del rigetto appare evidente come sia mancata la lettura dello Statuto o ne sia stato del tutto non compreso il contenuto e lo spirito. Infat¬ti si nega carattere di confessione religiosa e finanche di associazione religiosa alla ricorrente, il cui Statuto evidenzia all’art. 2 gli scopi socia¬li che si svolgono esclusivamente in materia religiosa. Non solo: anche l’a¬de¬sio¬ne al¬l’as¬sociazione avviene sulla base di una precisa scelta religiosa di segno ne¬gativo e caratterizzata ulteriormente da una positiva adesione al razionalismo (art. 3 dello Statuto).
    Caro Antonio,
    Una cosa sono i nobili principi laici -il cui “inventore” resta comunque il Capo riconosciuto della stessa religione che Uaar combatte, quel Gesù di cui voi volete cancellare il simbolo in Italia, quel Gesù che disse: date a Cesare quel che è di Cesare, e a Dio quel che è di Dio”…
    Una cosa sono gli sporchi bisogni della pancia di Uaar….
    Complimenti per la disinvoltura e l’aplomb, caro Antonio…
    Possibile che sei talmente sprovveduto da non sapere usare un motore di ricerca: i brani citati sopra sono tratti dal ricorso Uaar pubblicati da molti mesi su Internet, non mi dirai che il sito Uaar li ha occultati e debitamente cancellati…
    Caro Antonio, spiegami ‘sta cosa che hai aderito all’ Uaar sulla base di una precisa scelta religiosa senza neanche saperlo…oppure lo sapevi e ora fai il finto tonto…
    (leggi le ultime due righe del ricorso citato sopra)
    Con profonda compassione.
    francesco

  31. 43 francesco 6 dicembre 2010 alle 23:59

    Caro Antonio,
    aggiornati anche su Hitler…
    Le opinioni di Hitler sulla religione
    Riassumibili in un monismo primitivo derivato dal libro l’Enigma dell’universo (1901) del darwinista sociale Ernst Haeckel. Voegelin cita alcuni brani presenti nell’edizione inglese delle Conversazioni a tavola con Hitler e non compresi in quella tedesca. Era la fine del 1944 e Hitler così spiegava la congiuntura religiosa del mondo:

    Il dogma della cristianità si logora di fronte ai progressi della scienza … Tutto ciò che rimane è dimostrare che nella natura non esistono frontiere tra organico e inorganico. [Quindi, riduzione finale a un fondamento materiale] Quando la comprensione dell’universo [in quanto elemento che ha origine dalla materia] si sarà diffusa, quando la maggior parte degli uomini saprà che le stelle non sono fonti di luce, ma mondi, forse mondi abitati come il nostro, allora la dottrina cristiana sarà relegata al rango di assurdità [avendo ovviamente considerato in questo caso la dottrina cristiana alla stregua di un’immagine della Genesi, concepita qui in modo totalmente fondamentalista] … L’uomo che vive in comunione con la natura si ritrova necessariamente in opposizione a tutte le Chiese, ed ecco perché queste sono votate al fallimento, perché la scienza è destinata a vincere.

    Voegelin cita da Hitler’s Table Talk, 1941-1944, trad. Norman Cameron e R.H. Stevens, Weidenfeld and Nicolson, London 1953, pp. 59-61; la citazione è in E. Voegelin, Hitler e i tedeschi, trad. di Maria Teresa Craveri, Medusa, Milano 2005, pp. 100-101. L’eco delle parole di Hitler è udibile ai nostri giorni, chiaro e distinto senza alcun rumore di fondo che non sia l’ignoranza e la falsa coscienza.
    Nel prossimo post ti invierò il link dove potrai leggerlo direttamente sulla fonte.
    Antonio, sii leale, ammettilo, più uarrini di così è possibile??
    Hitler=essenza profonda di Uaar, o no?
    francesco

  32. 44 francesco 7 dicembre 2010 alle 00:04

    caro Antonio,
    qui di seguito c’è il link per leggere la fonte del post precedente.
    Ti chiedo di avere la equivalente base della tua opinione contraria.
    francesco

  33. 45 francesco 7 dicembre 2010 alle 00:05

    il link annunciato nel post precedente è:
    http://seymour.textdrive.com/~debenedetti/?p=107

    • 46 Antonio 7 dicembre 2010 alle 00:55

      Visto solo adesso,comunque:

      Hitler fu sempre cattolico,il fatto che a tavola poi abbia esternato chissà quale teoria sull’universo è tutto da dimostrare:ci sono pure libri su un “Hitler amico degli ebrei”,”Hitler pacifista”,”Hitler pilota di Mazinga Z” ecc,si tratta ovviamente di immondizia ma,se anche Hitler nel suo intimo non avesse avuto fede nella chiesa(ed io non ci credo,lui la idolatrava)ne fu comunque sempre alleato (quindi tutt’al più sarebbe stato un “ateo devoto”,simile a gente come Ferrara e probabilmente a tanti antiuaarini…ma sempre dunque non c’entrerebbe un fico secco con l’UAAR).

  34. 47 Antonio 7 dicembre 2010 alle 00:37

    Al di la del fatto che non devo scommettere nulla e che non ho nemmeno la tessera UAAR (sono un semplice simpatizzante),questo è lo statuto dell’UAAR:

    http://www.uaar.it/uaar/statuto

    Chi vuole legga,se poi hai tempo da pardere (tre post pieni di trattini e segnaletica varia,mi inducono a pensare tu ne abbia parecchio)insieme ad estratti vari metti anche un bel link,e chi vuole commenterà.

    Ad ogni modo Gesù non disse nulla,in quanto personaggio mitologico ricalcato pari pari da altri personaggi mitologici, il crocifisso in Italia è un semplice ricordino del fascismo,oltretutto(se può interessare)durante i primi secoli non era né utilizzato né conosciuto(c’erano altri simboli:pesce,agnello…),e uno stato laico non può avere simboli religiosi nei propri edifici pubblici:se Gesù fosse esistito e avesse detto la frase “date a Cesare quel che è di Cesare, e a Dio quel che è di Dio”,sarebbe comunque difficile sostenere che il senso era “tapezzate i palazzi di Cesare con i miei simboli”(oltretutto,sai le gran risate di Cesare a quel punto),senza contare che uno stato è laico proprio perché indipendente da ciò che “vuole” una qualsivoglia confessione religiosa (poi che la classe politica faccia come gli struzzi,facendoci ridere dietro dai paesi realmente laici,questo è un altro discorso).

  35. 48 francesco 9 dicembre 2010 alle 03:54

    caro Antonio,
    Vediamo di fare un punto.
    Ho detto che Uaar si dichiara per soldi “religione”.
    tu hai risposto che dico “scemenze”.
    Ti ho fatto un copia e incolla del ricorso Uaar in cui Uaar ribatte a scanso di equivoci che Uaar è proprio una RELIGIONE, come affermato nella sua istanza con la quale cercava di mettere le dita nella marmellata dell’8per mille.
    Bene, caro Antonio,fai finta di non capire di esserti “sbagliato”, da buon “Religionista” scarsamente razionalista quale sei, non chiedi neanche scusa per aver tentato di offendere e quindi ti toccano le seguenti definizioni:
    1) Bugiardo per quanto hai affermato.
    2) Bugiardo sbugiardato, perchè la dimostrazione della tua bugia è rinvenibile in rete, anche se cancellata dal sito Uaar per malafede.
    Per quanto riguarda Hitler, poi, Uarrino dalla testa aipiedi, ti ho offerto un documento incontestabile, tu devi ribattere con una fonte che affermi il contrario. Esiste il Mein kampf.Citalo a tuo favore, se ti riesce. Non penserai che a un bugiardo sbugiardato si possa credere sulla parola…

    • 49 Antonio 9 dicembre 2010 alle 11:34

      Ma quando mai:il ricorso UAAR metti un link e ne riparliamo,in ogni caso l’UAAR,a differenza della chiesa,non ha un corrispettivo di “infallibilità papale”,dunque,se un suo membro ha carcato (senza riuscirci,ovviamente) di farla passare per religione,bé quel menbro ha fatto semplicemente una fesseria (e ci è pure permesso dirglielo in faccia senza essere scomunicati,pensa un po’).

      Definire un qualsiasi libro attendibile poi fa ridere fino alle lacrime,allora diciamo che pure Dan Brown è attendibile e cerchiamo la Maddalena…in ogni caso non c’è bisogno di “fonti attendibili” per sostenere che Hitler fosse alleato della chiesa (si trova in ogni libro di storia delle medie),dunque niente a che fare con l’UAAR,tutt’al più,ripeto,sarebbe stato(e non ci credo) un “ateo devoto”,come Ferrara e probabilmente come molti antiuaarini.

    • 50 Sandro 12 dicembre 2010 alle 10:30

      Caro Francesco
      Vediamo sì di fare il punto su questa presunta intenzione dell’UAAR di entrare a far parte dei beneficiari dell’otto per mille.
      L’UAAR, nonostante quanto sostieni, non ha chiesto di poter mettere le dita nel vasetto della marmellata 8pm. Semmai ha chiesto un’INTESA con lo stato italiano.
      E la differenza è fondamentale. Un esempio?
      L’UCEBI (in soldoni: i battisti) ha stipulato un’intesa, ma non fa parte dei possibili destinatari dell’otto per mille.
      Ma cos’è mai quest’intesa? Detto fatto: prendiamo proprio come esempio quello dei battisti
      http://www.governo.it/Presidenza/USRI/confessioni/norme/95L116.html
      Si tratta di benefici che riguardano l’assistenza spirituale, libertà di coscienza, diritti matrimoniali, ecc..
      L’unico beneficio di natura fiscale che si otterrebbe -restando sempre nell’esempio di cui sopra- riguarda la deducibilità delle offerte.
      Tuttavia questo non interesserebbe l’UAAR poichè, essendo considerata associazione di promozione sociale, rientra già in una situazione agevolata.
      Volendo poi fare i pignoli la deducibilità -che per altro non riguarda l’associazione stessa, ma eventuali donatori- ha limiti più convenienti per le associazioni, che non per le confessioni religiose.
      Entrando nello specifico (se vuoi appurare leggi le istruzioni ministeriali del modello 730):
      – E19-20-21 detrazione (ovvero che abbatte l’imposta, non l’imponibile… quindi ancora meglio della deduzione) fino a 2065,83;
      – E25 deducibilità fino a 1032,91 (quindi peggiorativo rispetto al caso di cui sopra); nel testo si parla di “istituzioni religiose”… non so se legalmente è sinonimo di “confessioni religiose”. Probabilmente sì, dato che vi rientrano, per esempio, i Battisti.
      Ad ogni modo abbiamo appurato che questo vantaggio fiscale non c’è.
      Detto questo il punto sul quale ti sei soffermato più volte è la definizione di “confessione religiosa”. Ebbene se la tua navigazione è superficiale, non stupirti di trovare notizie incomplete.
      Leggendo sempre sul sito UAAR
      http://www.uaar.it/laicita/concordato/concordato_semmola.html
      puoi capire che che il concetto di confessione religiosa non è poi così chiaro.
      Ora potresti anche dissentire dalla spiegazione fornita nel suddetto link, ma prendere in considerazine quanto espresso in tale sede (oltre che nel ricorso stesso) potrebbe aiutarti a capire maggiormante la situazione, prima di parlare a vanvera.

  36. 51 francesco 9 dicembre 2010 alle 14:43

    Caro Antonio,
    Dicevo:
    devi controbattere con una fonte, un documento, un testo…
    Ora tu credi davvero che tutti in Italia abbiamo aspettato per 60 anni te, ma proprio te, Antonio, piccolo Catecumeno della RELIGIONE UARRINA per avere una opinione di bassa lega sulle posizioni religioso-atee di Hitler?
    Intanto che tu leggi il Mein kampf di Hitler, il suo manifesto ideologico, cioè, ti ricordo semplicemente che Hitler è morto come muoiono i migliori “membri” del famoso elenco di Santi Atei, i grandi additati alla ammirazione di voi piccoli Catacumeni (alla lettera M troverai persino Monicelli…ma già alla lettera A trovi il filosofo Ardigò…)
    Vero è che un Catecumeno della RELIGIONE UARRINA, orgoglioso come te, potrebbe, a questo punto, anche vantarsi di appartenere a un gruppo “APPROSSIMATO PER DECESSO”, MAIO in tal caso io mi asterrei dal commentare…
    Poi dici: se un suo (della RELIGIONE UAARRINA) “membro” (sic!) ha calcato (tu dici carcato) di farla passare per RELIGIONE ha fatto una fesseria…
    E te credo! Gente che della LAICITA’ fa uno stendardo, gente verginella che tuona contro i costumi di tipo “escortiano” dello altre famiglie, e poi si scopre che si offre sulle pubbliche piazze per poche piccole “marche”…
    Ma intanto per la prima volta devo lodarti per aver usato la parola giusta, anche se (penso) per lapsus freudiano, cioè “membro”! E dici bene, nessuno più “membrone” di lui, firmatario di quelle carte legali, a questo mondo.
    Sbagli, però, se intendi un membro qualunque, perchè le istanze e i ricorsi li firma un presidente, un rappresentante legale del sodalizio, uno che parla in nome e per conto del sodalizio, l’unico che può farlo per legge, nel nostro caso Della RELIGIONE UAARINA .
    A oggi nessun Catecumeno o Sagrestano della RELIGIONE UARRINA ha chiesto pubblicamente le dimissioni del “Membrone” che ha firmato simili carte legali, e ciò è un chiaro indice di quanto alto sia il vostro indice di disonestà intellettuale complessiva e di quanto basso sia il vostro livello culturale.

    • 52 Sandro 15 gennaio 2011 alle 12:00

      Caro Francesco
      ora i commenti sono stati sbloccati (a dimostrazione che Razio non fa censure, ma solo che visita questo blog con scarsa frequenza).
      Sarebbe possibile avere una confutazione a queste accuse infondate e infamanti riguardo l’UAAR ovvero la sua presunta intenzione di beneficiare dell’otto per mille?
      Ricordo che eventuali link rischiano nuovamente di rimanere congelati in attesa di approvazioni pertanto suggerisco di rispondere con del semplice testo.
      Cordialmente

  37. 53 Antonio 9 dicembre 2010 alle 15:02

    Il fatto che Hitler fosse alleato della chiesa è,appunto,un fatto(chiedi al tuo assistente sociale,confermerà)dunque (al limite) sarebbe stato(ripeto per la terza volta) un “ateo devoto”(dunque l’Uaar,essendo l’associazone probabilmente più “antiateidevoti” mai apparsa sulla terra,non c’entra nulla),chiedere “fonti” su questo è come chiedere “fonti” sul fatto che la Sardegna sia un’isola…riguardo al membro(presunto finché non c’è un link)non sapendo chi sia non posso sapere se è stato espulso,mandato sulla luna o altro(e oltretutto,chissene,ho detto chiaramente che se l’ha fatto ha fatto una fesseria,più di questo)…comunque ci credo che nel blog UAAR ti abbiano bannato,li devono lavorare,dessero libero sfogo ad ogni nazista e chiesarolo a cui piace umiliarsi in rete(pozisione poco originale,siete in tanti a farci frastullare con i vostri deliri),il loro blog fonderebbe (comunque state aumentando,non impegnatevi troppo però,non vorrei che anche il buon razio facesse pulizzia…e poi noi come ci divertiamo?)…

  38. 54 Antonio 9 dicembre 2010 alle 15:23

    …a comunque non volevo scrivere “calcato” ma “cercato”,digitando si può sbagliare qualche parola…ah,oltretutto dovreste cortesemente (parlo di voi troll cattolici…parlo al plurare ma niente di più facile sia solo uno dalle molteplici identità,tanto la sintassi ed i contenuti scadenti sono sempre gli stessi) evitare tutte queste maiuscole,non c’è bisogno di urlare per dire sciocchezze.

  39. 55 francesco 9 dicembre 2010 alle 22:59

    Caro Antonio,
    Disonestà intellettuale, insistenza nella bugia, sbudellamento continuo di sintassi e grammatica, propensione sconfinata al parlarsi addosso, evitando come la peste i fatti, i documenti, le fonti, i ragionamenti non dogmatici…credo proprio che una carriera politica brillante di consigliere comunale di Rocca Giallina non ti sipuò negare in nessun modo….
    Anche il nome, Antonio, non sappiamo se di Paola o di Padova, gioca a tuo favore: vota antonio! vota Antonio! vota Antonio!
    Mi pare di sentire una voce amica….
    Ora leggi la seguente frase e meditala fino a farla tua:
    …”L’UAAR, in quanto confessione religiosa ai sensi dell’art. 8 c. III Cost., risulta titolare di tale interesse, e l’atto che lo lede non può in conseguenza considerarsi atto politico.”
    E’ l’Uaar che scrive, Caro Antonio, nel famoso ricorso che ti ostini a far finta che non esiste.
    L’Uaar ivi si definisce “CONFESSIONE RELIGIOSA” ai sensi ll’art. 8 della Costituzione.
    Confessione religiosa significa religione, quindi Uaar è “RELIGIONE UARRINA”; scrivo maiuscolo per rispetto ai poveri Uarrini, perfino agli aspiranti Catacumeni come te, che vengono ingannati e umiliati da un Comitato coordinatore forse troppo prevaricatore e affarista, ma che non può essere mandato a casa, “dimissionato”,insomma, perchè è tanto numeroso -ben 18 membri con i p.o.- che, se lo mandate a casa, probabilmente l’intera Uaar si dimezza.
    Ah!Dimenticavo. La frase riportata sopra si trova nelle ultime righe del seguente link che forse riconoscerai.
    http://www.uaar.it, ti dice niente? E’ proprio la Sacrestia dove tu speri di poter essere “abbattezzato” quanto prima…

    http://www.uaar.it/laicita/ateismo_e_legislazione/17b.html

    Laicita/ateismo…
    ma non avrebbero dovuto scrivere monetine/ateismo?

    francesco

    p.s.: scrivi PULIZZIA con due zeta…ma davvero non ti vergogni?

    • 56 Antonio 16 gennaio 2011 alle 10:33

      Caspita,più di un mese di attesa per veder pubblicato questo “capolavoro”,ma ne valeva la pena.

      Dunque,io dico che non sono iscritto all’UAAR ma semplicemente un suo simpatizzante e lui risponde ” proprio la Sacrestia dove tu speri di poter essere “abbattezzato” quanto prima”,io dico che lo scrivere col pc produce errori di ortografia e lui risponde “scrivi PULIZZIA con due zeta”,io lo accuso di avere una sintassi scandente e lui (originale) risponde “sbudellamento continuo di sintassi e grammatica”…ovviamente tutto infarcito di citazioni a casaccio,link messi solo per far confusione e deliri vari.

      Eccoli i paladini della fede…dire penosi è dir poco.

      Comunque grazie alla mancanza d’impegni di questi individui abbiamo una nuova bufala da aggiungere alla collezione,insieme ai diari “veri o presunti” di Mussolini ed alla scie chimiche del programma “mistero”.

  40. 57 francesco 14 dicembre 2010 alle 16:18

    Antonio caro,
    non avrai preso il morbillo, spero…
    a questo blog “f(e)rocemente laico” direi io che mi tiene per una settimana in attesa di approvazione, mando un link veramente laico, che dice le stesse cose che dico io…
    http://www.fainotizia.it/2007/04/11/luaar-e-una-chiesa
    francesco

    • 58 Sandro 14 dicembre 2010 alle 17:29

      Caro Francesco
      al di là del fatto che sarebbe molto comprensibile un’eventuale censura da parte di Razio, considerando che la frequenza con cui aggiungi commenti è molto vicino allo spam, il motivo per cui il tuo è in attesa di approvazione, non è dato dal fatto che le tue opinioni sono contrarie a quelle dei principali frequentatori o dello stesso proprietario del blog.
      Posso dire questo perchè mi è capitato in più di un’occasione di trovarmi nella stessa situazione. Anzi, attualmente, anche un mio commento (in cui spiego in cosa consiste la presunta richiesta dell’UAAR di beneficiare dell’otto per mille) è in attesa di approvazione, suppongo perchè ho aggiunto un paio di link e il filtro antispam automaticamente congela il commento, fino ad approvazione del proprietario (che probabilmente accederà al presente blog molto più raramente di noi).
      Personalmente frequento questo blog da anni e posso dirti che Razio non è solito censurare le opinioni, anche se contrarie alle sue.
      Ad ogni modo, se vuoi un aperitivo della mia risposta, ti invito a citare testualmente la frase o il paragrafo in cui l’UAAR chiede di beneficiare dell’otto per mille.
      … e, per favore, considerando che il tuo commento rischia di rimanere ancora in sospeso per approvazione causa i suddetti motivi, ti chiedo -non di linkare- bensì di citare le parole esatte (non ti preoccupare, cercherò io nella pagina del ricorso con un semplice CTRL + F, per avere conferma) in cui viene indicato quello di cui parlate tu e l'”ottimo” Antiuaar… perchè io proprio non riesco a trovarlo.

      Buona vita

      • 59 Antonio 15 dicembre 2010 alle 17:36

        Ma poi uno che scrive 10 commenti tutti identici,che sta una settimana in attesa di approvazione in un blog che dosprezza,per parlare di una organizzazione che disprezza ancora di più,per sostenere che c’è stato un tizio iscritto all’Uaar che l’avrebbe (sbagliando,se lo ha fatto) definita religione…sinceramente si qualifica da solo.

        Se si lasciasse libero sfogo a persone cosi,i blog laici sarebbero tutti sommersi di “atei blasfemi”,”il cielo vi illumini”,”l’Uaar è affiliata a Satana”,”Satana è stato compagno di banco di Carcano” ecc…tanto questa gente non fa (ovviamente) nulla tutto il giorno e tutti i giorni,ed il loro essere troll li porta ad avere attaccamenti morbosi e patetici verso blog come quello Uaar (che ovviamente non può dargli corda,devono giustamente lavorare) o questo stesso.

  41. 60 francesco 18 gennaio 2011 alle 23:13

    Caro Sandro,
    Certo che ti risponderò. Tranquillo.
    Ti faccio notare intanto che non rendi noto il PERCHE’ l’uaar voleva fare “L’INTESA” con lo stato Italiano quando si confessava, e insistendo con il ricorso, essere RELIGIONE.
    Non i soldi, non la marmellata dell’8/permille… ma perchè allora svendere su e-bay le proprie laiche mutandine di pizzo nero…
    Poichè uaaar parla sempre di 8/per mille, ha pure coniato lo slogan “occhio per mille”, come mai non avete pensato che la concorrenza potesse coniare lo slogan “occhio per occhio”…
    Hai pure chiesto, pressato da me a uno dei chierici della tua RELIGIONE, e neanche lui ha sentito la necessità di dire il perchè di una decisione tanto grave. E nenche tu hai chiesto: ma PERCHE’…
    Non sarà che, in quanto RELIGIONE sentite la necessità di avere anche voi i DOGMI e i MISTERI….

    • 61 Sandro 19 gennaio 2011 alle 20:33

      Dato che questo post sta degenerando a livello di commenti, ti ho risposto nel mio blog, qualora volessi passare per ribadire ancora “brillantemente” le tue tesi. Per arrivarci basta seguire il trackback in fondo ai commenti datato 15 gennaio.

  42. 62 francesco 20 gennaio 2011 alle 18:54

    Caro Sandrino,
    Grazie per l’ospitalità, ma a me Razio sembra, a oggi, sufficientemente democratico.
    Chiedo scusa per aver parlato con qualche riferimento a Uaar di mutandine di pizzo nero. Vedo che tendi al bigotto.
    Ti ricordo che aspetto, aspettiamo in tanti di sapere il PERCHE’ di un intruppamento di Uaar nelle confessioni religiose, prima ancora di capirne la stessa definizione. E senza soppesare neanche la portata culturale di tale atto… E senza ombra di dibattito…
    La mia non è critica targata “Antiuaar” perchè quelli di Antiuaar possono essere solo contenti di un vostro comportamento anti-laico, doppiamente contenti dal momento che non siete stati neanche “ca colati” dallo Stato Italiano…
    La mia è critica di un simpatizzante di sinistra che vede miserevoli comportamenti di Uaar, dettati da amore al denaro, che ledono gli interessi culturali e politici di chi ha militanza storica di sinistra nella scena politica Italiana.
    Vedasi anche la geniale idea politica di ambienti Uaar di fondare Democrazia Atea, con l’unico obbiettivo sicuramente centrato di discreditare i militanti laici in generale e tentare di dividere le forze di sinistra a tutto vantaggio della destra.
    Ora incollo un post radicale che dice le stesse cose che dico io…

    Con alcuni membri dell’UAAR ho avuto in passato aspre polemiche.
    Accusa principale da me rivolta? quella di aver preso il lato peggiore delle religioni , di non essere un’associazione laica ma un’associazione di chierici. Ho appena visto che Pietro Ancona ha spedito un post dal titolo “ricorso uaar”.
    Sto ancora ridendo…..
    E’ tardi e mi riservo di leggerlo approfonditamente anche perchè l’ho salvato e quando riapro il blog…. mi divertirò a sculacciarli per bene.
    Data la lunghezza, il linguaggio e i contatti di P.A. con l’UAAR (per la quale è stato coordinatore del circolo palermitano se non erro) non credo sia bufala.
    Anche perchè sono anni che l’UAAR cerca di partecipare al magna magna dell’8 per mille ed annessi… “privilegi” come, mi pare, loro stessi li definiscono nel ricorso. E lo Stato fa orecchie da mercante.
    Pare comunque che, parole del ricorso, l’UAAR sia “l’unica associazione italiana di atei ed agnostici” …. ebbene si!! UNICA come la santa madre chieda cattolica e romana ( ma atheia? gli anarchici del circolo Papini? i liberi pensatori atei, agnostici, eretici del Giordano Bruno? ed gli sconosciuti gruppi locali?)
    ma soprattutto pare che
    “”Qualora si accedesse a questi indirizzi dottrinali risulterebbe chiaro, per quanto già detto, che l’UAAR possa essere definita come confessione religiosa.
    Ma anche sostenendo la distinguibilità tra associazioni religiose e confessioni l’UAAR va inclusa anche nella seconda categoria””
    (sempre parole loro)
    naturalmente apprezzabile (ehehe ) lo sforzo dell’arrampicata sugli specchi quando dicono:
    “bensì affermare che ragioni di ordine costituzionale impongono di trattare l’Unione degli atei e degli agnostici razionalisti come una confessione religiosa.”
    se si dimentica che il tema dell’ateismo quale religione costituì un’arma della chiesa cattolica per svalutarne il valore (se tutte sono religioni allora perchè non scegliere la chiesa cattolica?) e che ho visto tanti uarrini negare non solo che l’ateismo fosse religione(e su questo sono d’accordo) ma che le posizioni atee prevedessero un “atto di fede iniziale” (e su questa negazione non concordo ma questa è una delle tanto irrazionalità dei presunti atei razionalisti)
    comunque in questa schizofrenia si finisce per scriver cose come queste:
    “non si vuole qui proporre un criterio di distinzione alternativo e universalmente valido (anche se quello forse più accettato, ossia la professione di una propria originaria concezione del mondo, condurrebbe comunque all’inclusione dell’UAAR tra le confessioni religiose)”
    e concludere con :
    “”L’UAAR, in quanto confessione religiosa ai sensi dell’art. 8 c. III Cost., risulta titolare di tale interesse, e l’atto che lo lede non può in conseguenza considerarsi atto politico.”” (sempre parole loro)
    ehehe cari signori , vittoria su tutta la linea: vi siete mostrati per quello che siete e non avete ricevuto un euro/lira :-)))
    la data è del maggio 96 …..
    se fosse vero, beh una domanda: ma in tutti questi anni con che faccia hanno rotto i cojoni con azioni che , a mio parere, hanno danneggiato la causa della laicità e gli atei in Italia presentandosi come laici quando scrivevano di esser confessione religiosa?! ma non si vergognano?
    se invece la cosa è falsa: ma chi fate come vostri rappresentati? perchè quella di P.A. sarebbe calunnia e sarebbe comportamento che ricorda quello dei fuoriusciti dalle sette.
    E ora tutti gli uarrini militanti e simpatizzanti cerchino di trovar tutti i sofismi possibili , a fine mese sarà un piacere sputtanarli per l’ennesima volta e la mia autostima di scettico crescerà notevolmente nel veder il livello miserevole a cui sono ridotti taluni chierici per giustificare la propria chiesa.
    saluti🙂

    filomenoviscido
    11/04/2007 – 00:09

    Abbiti, una buona serata, Sandrino, e ricorda che Francesco aspetta per dieci giorni il PERCHE’…
    Poi risponderà comunque.

    • 63 Sandro 1 febbraio 2011 alle 20:31

      Caro Francesco
      ma allora questa storia di parlare a vuoto è un vizio!!
      1. Le mutandine nere di pizzo non mi hanno offeso, anche perchè sono i vostri rappresentanti ecclesiastici quelli che hanno problemi con la sessualità (con qualche riserva in merito a pederastia e pedofilia);
      2. il motivo per cui l’Uaar ha richiesto un’intesa con lo stato (sto cominciando a stufarmi di ripeterlo, se cominci a leggere mi fai un piacere) è il seguente: beneficiare di assistenza spirituale, (per ricoverati, detenuti e forze dell’ordine), diritti matrimoniali, libertà di coscienza, ecc.; ricordo per l’ennesima volta l’esempio dell’UCEBI; se voi siete ossessionati dal denaro e volete tirarlo fuori a tutti i costi, vi inviterei (di nuovo) a farlo citando un benedettissimo testo (LE FONTI!!), ma dato che non sono sadico e non voglio farti perdere tempo, te lo dico io: il testo dell’intesa non esiste; l’UAAR ha semplicemente chiesto di avviare delle trattative… ragione in più per ribadire che le accuse sono totalmente infondate. Ti ricordo che, come già detto nella precedente risposta, la prova spetta a chi afferma, non a chi nega, quindi: DOVE STA SCRITTO CHE L’UAAR CHIEDE L’OTTO PER MILLE?
      3. glisso sul tuo concetto di anti-laico perchè l’UAAR sta semplicemente tentando di difendere il principio (costituzionale) di laicità e voi cattolici state facendo esattamente l’opposto;
      4. mi sapresti spiegare dove trovi i tuoi riferimenti all’amore verso il denaro da parte dell’uaar? fonti concrete, mi raccomando (se devi linkare, ti suggerisco di farlo direttamente nel mio blog, il cui blocco automatico dei commenti per spam mi viene segnalato immedianamente);
      5. democrazia atea: e anche qui casca l’asino! Senza che ci voglia una laurea in fisica nucleare, basta mettere su google “uaar democrazia atea” e il primo risultato, datato 20 giugno 2009 è un post che inizia così: “A proposito della nascita di Democrazia Atea – Movimento Politico Popolare, Attivista e Moderato, promosso da Axteismo – Movimento Internazionale Libero Pensiero, l’Unione degli Atei e degli Agnostici Razionalisti comunica a soci e simpatizzanti di non avere nulla a che fare con tale iniziativa”;
      6. il testo che citi parla -ancora!!!!- dell’otto per mille all’UAAR… ma guarda caso la fonte è… “Il Ricorso” che ormai sembra il titolo di un thriller di John Grisham; qualcuno è stato mai in grado di trovare il passaggio specifico in cui l’Uaar chiede l’8PM? No. Benissimo, devo continuare?
      Altra questione sostenuta da filomenoviscido è il fatto di essere considerati confessione religiosa e anche qui mi sono già espresso fino alla nausea.

      Ora… di argomentazioni concrete ne hai o devi continuare a scorreggiare la tua aria fritta sul web?

      Abbi una discreta giornata

      • 64 francesco 7 febbraio 2011 alle 00:20

        Caro Sandrino,
        1) Hai dedicato un intero punto alle mutandine nere di pizzo…
        Precisato che esse mutandine possono essere viste come un simbolo di sana e gioiosa sessualità da una persona normo-dotata, prendo atto che tu ci hai visto “pederastia e pedofilia”. Se fossi in te mi terrei alla larga da quei “cattivoni” di psicologi e psichiatri, strizza-cervelli che utilizzano quello che vedi con la fantasia per definire come sei fatto dentro.
        2) E veniamo al PERCHE’ la RELIGIONE UARRINA ha richiesto di di fare una “intesa” con lo Stato italiano.
        Dici tu: “per beneficiare di assistenza spirituale, (per ricoverati, detenuti e forze dell’ordine), diritti matrimoniali, libertà di coscienza”…. con esclusione del “beneficio” di soldi e marmellatine, proprio come ha fatto UCEBI.
        Nello stesso tempo mi dici che non esiste neanche una bozza predisposta dalla RELIGIONE Uarrina di una proposta di intesa anche allo scopo di allontanare i sospetti di chi vedeva, o credeva di vedere, gocciolare saliva dagli angoli della bocca della RELIGIONE Uarrina.
        Prendo atto che vi iscrivete per simpatia, da un punto di vista religioso, fra gli “Atei Battisti” e non fra gli “Atei Cattolici” secondo la spiritosa definizione giorrelliana…
        Mi chiedi le FONTI. E io fornisco le FONTI.
        Vediamo se ti convinci in questo modo: questa che segue è la legge con la quale viene regolata l’intesa Stato Italiano – UCEBI
        Anche un cretino capisce che, anche rinunziando all’otto per mille, L’ UCEBI, firmando l’intesa, finiva con il mettersi in tasca sommette annue consistenti, pari a un miliardo di vecchie lire 1996. Risulta quindi stupido fingere che Uaar, sulla scia di UCEBI, disprezzi lo sterco di Satana.
        Legge 12 aprile 1995, n.115
        Norme per la regolazione dei rapporti tra lo Stato
        e l’Unione Cristiana Evangelica Battista d’Italia (UCEBI)
        (Pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale del 22 aprile 1995, n.94)
        ….
        ….
        Art. 25. – (Copertura finanziaria).
        1. Alle minori entrate derivanti dall’applicazione dell’articolo 16, valutate in lire 935 milioni per l’anno
        1996….
        Ma non finisce qui, purtroppo per te, Caro Sandrino, perché segue un documento, di circa sei mesi fa, che dimostra che tu sei un bugiardo quando costruisci un ragionamento su Uaar=UCEBI per quanto attiene all’otto per mille…. Il 16.07.2010 con firme S. Berlusconi per lo Stato Italiano e Past. Anna Maffei per UCEBI, è stata modificata l’Intesa precedente e UCEBI viene al presente a prendere l’otto per mille per le scelte espresse e partecipa pro quota per le scelte non espresse dai contribuenti, già a partire dall’anno scorso. Leggi qui:
        http://www.governo.it/Presidenza/USRI/confessioni/doc/intesa_ucebi_.pdf
        E non fare finta di non capire che TUTTE LE RELIGIONI, NESSUNA ESCLUSA, che hanno fatto l’Intesa con lo Stato prendono l’otto per mille e non si capisce perché la RELIGIONE UARRINA vorrebbe mai fare eccezione.
        RELIGIONE UARRINA, come una bambina trovata sullo sgabello proprio sotto il barattolo della Nutella… circondata da tutte le altre bambine, ognuna abbracciata al proprio barattolo, occupate tutte a leccarsi le dita….
        RELIGIONE UARRINA, come una verginella LAICA pronta a barattare le proprie mutandine di pizzo nero (se non peggio!) per qualche banconota nella casa chiusa dello Stato…
        Così non mi resta altro che concludere per il momento:
        Caro Sandrino, ci sei, o ci fai?
        Se non ci sei, o ci fai, mi aspetterei delle scuse per le falsità che hai sostenuto.
        Se non arriveranno, allora ho per te altri documenti pronti, per meglio lumeggiare il rapporto che la RELIGIONE UARRINA, la tua RELIGIONE mi pare di capire, ha con il denaro.
        Con simpatia.

        • 65 Sandro 7 febbraio 2011 alle 20:08

          Caro Francesco
          1) le mutandine di pizzo le hai tirate in ballo tu nel primo commento, le ho ignorate nella prima risposta poichè non ne vedevo il nesso con l’argomento; nel secondo commento le hai nuovamente tirate in ballo; mi sono quindi sentito in dovere di rispondere sulla questione; non ho collegato le mutandine alla pederastia, semmai tu l’hai fatto leggendo una riga si e una no del mio commento… come del resto state facendo tu e antiuaar leggendo “uaar richiede” e “otto per mille” nel ricorso;
          quanto, infine, alla sana sessualità, non accetto consigli dal membro di una chiesa che ha un rapporto tutt’altro che sano con la sessualità;
          2) Prendi pure atto di una cosa che qua nessuno ha mai detto (ovvero di far parte degli “atei battisti”… ???) tanto per te ormai è la prassi;
          il motivo per cui ti dico che non esiste un testo dell’intesa è per ribadire che la tesi per dimostrare il concetto UAAR:8XM è fondata… sul nulla; per quanto riguarda l’otto per mille all’UCEBI, fermo restando che la cosa è molto recente (mentre l’intesa risale a 15 anni prima) e per dirla tutta non è ancora entrata in vigore (nel modello CUD 2011, come noterai sul sito dell’agenzia delle entrate, non è ancora previsto il campo UCEBI nell’apposita sezione), ammetto che non ne ero al corrente, dato che di fronte all’evidenza riconosco gli errori, cosa che invece tu non fai, come ampiamente dimostrato dal tuo scappare di fronte alla domanda “dove sono le fonti?”… e per fonti intendo qualcosa del calibro di “Noi dell’uaar chiediamo l’otto per mille” non “il ragionamento secondo cui può darsi che analogamente ad un altro all’incirca vedremo magari più avanti forse… boh”; fintanto che non trovi questo, dare del bugiardo a qualcuno ricorda un po’ il detto “il toro che dà del cornuto all’asino”

          Quanto alle scuse… “scusa”, ma mi viene da ridere al sol leggere la tua richiesta, viste le tue dimostrazioni.

          In conclusione visto che rimandi una risposta che continua a non arrivare, direi che possiamo chiuderla qui perchè, come dice il saggio “Non discutere mai con uno stolto: prima ti trascina al suo livello, poi ti batte con l’esperienza”
          Lungi da me darti dello stolto, era solo per rendere l’idea.

          Buona Vita

          P.S.: il fatto che l’UCEBI in futuro possa ottenere l’otto per mille, se ne farò un uso migliore di quello che ne fa la CCAR (vedi i Valdesi), a me non può che fare piacere.

  43. 66 francesco 13 marzo 2011 alle 14:50

    Caro Sandro,
    Rispondo al tuo ultimo post.
    Alcune note preliminari:
    1) Risulti ridicolo quando confessi di non aver capito il nesso fra la vendita delle mutandine di pizzo e i comportamenti uarrini…
    2) Di pederastia ne hai parlato solo e soltanto tu, io, poi, ti ho solo consigliato di stare alla larga dagli psichiatri, se non per il tuo bene, almeno per il mantenimento del tuo livello di autostima. Ma puoi fare benissimo, è ovvio e va da se, anche il contrario di quanto ti è stato consigliato sui rapporti sanitari da tenere a proposito della tua salute mentale. Se vedi nelle macchie di inchiostro atti di pederastia, tu sei sicuro di vederli, ma purtroppo gli psichiatri su questo, proprio su questo,fondano la loro sicurezza che tu sei mentalmente malato …
    Se poi la voglia di parlare di questa cosa non ti passa, sarà il caso che qualcuno ti spieghi chi è Polanski per l’Uaar, che lo proclama “Santo Ateo” e lo addita all’ammirazione dei suoi catecumeni e neofiti lì dove spiega che la delizia della miscredenza consiste nell’eterogeneità delle opinioni morali. E nell’elenco Uarrino dei “Santi Atei” o famosi non credenti, non c’è soltanto Polanski, pedofilo- pederasta, ma anche Mitterand, Tinto Brass, Almodovar, Giuseppe Tornatore, Monica Bellucci, Bernard Henry-Levy, Marco Bellocchio, Allen, Andrea Cammilleri, Vasco Rossi, tutti strenui difensori sulla stampa del pederasta-pedofilo Polanski. Tutti orbitanti nell’ambito della ideologia Uarrina tanto da esserne onorati e inclusi nello stesso elenco dei “Santi Atei”.
    tutti in difesa del confratello pedofilo Polanski.
    Come persona, considerato le cose scritte che “vedi” con la tua fantasia malata, non credo ti sia permesso razionalmente parlare di pederastia-pedofilia, se ne parli come catecumeno Uarrino, ancora meno ne hai diritto, considerato il fatto che almeno tantissimi elementi della vostra “crema” ci fanno una figura totalmente meschina, gente che affema: “è inammissibile che una manifestazione culturale internazionale che rende omaggio a uno dei più grandi cineasti contemporanei possa trasformarsi in un trabocchetto della polizia.” Non una parola di solidarietà o di pietà verso la bambina stuprata. Qui di seguito trovi un testo dove puoi verificare le fonti di quanto affermo.
    Questa notizia si trova in http://trovacinema.repubblica.it/news/dettaglio/bellucci-scola-bellocchio-placido-tornatore-si-mobilitano-per-liberare-polanski/381279
    Tra i firmatari dell’appello Costa-Gavras, Wong Kar-Wai, Fanny Ardant, Ettore Scola, Marco Bellocchio, Giuseppe Tornatore, Monica Bellucci, Abderrahmane Sissako, Tony Gatlif, Pierre Jolivet, Jean-Jacques Beineix, Paolo Sorrentino, Michele Placido, Barbet Schroeder, Gilles Jacob, e Bertrand Tavernier.

    Ebbene nell’Elenco dei famosi non credenti esposti all’ammirazione degli adepti troviamo allineati i seguenti personaggi che non si vergognano di sostenere un pedofilo targato UAAR Polanski (Massone?), giudicato pedofilo da un tribunale americano.
    Giuseppe Tornatore
    Monica Bellucci
    Marco Bellocchio
    In aggiunta si sarebbero espressi sulla stampa internazionale a favore del pedofilo e Santo Ateo UAAR Polanski altri Santi Atei UAAR come Tinto Brass e Mitterand, ministro della cultura francese (massone?).
    Curiosando su Internet è possibile reperire

    Costa-Gavras, Wong Kar-Wai, Fanny Ardant, Ettore Scola, Marco Bellocchio, Giuseppe Tornatore, Monica Bellucci, Abderrahmane Sissako, Tony Gatlif, Pierre Jolivet, Jean-Jacques Beineix, Paolo Sorrentino, Michele Placido, Barbet Schroeder, Gilles Jacob, e Bertrand Tavernier.
    Nel testo, firmato anche dalla Cinémathèque Française e dal Festival di Cannes, si scrive:I cineasti e autori francesi, europei, americani e del mondo intero ci tengono ad affermare la loro costernazione. E’ inammissibile che una manifestazione culturale internazionale che rende omaggio a uno dei più grandi cineasti contemporanei possa trasformarsi in un trabocchetto della polizia”.
    Non una parola di solidarietà o di pietà verso la bambina stuprata.

    Bernard-Henry Levy
    Scorsese, Lynch e Allen in difesa di Polanski. tratto da. http://www.unita.it/culture/scorsese-lynch-e-allen-in-difesa-di-polanski-ma-il-fronte-si-spacca-1.11941
    Allen è anche lui Santo Uarrino

    la cosa più raccapricciante è proprio questa campagna pubblicitaria portata avanti da personaggi noti a suo favore, inclusi Nicolas Sarkozy e la moglie Carla Bruni.
    Sono già tanti i nomi del mondo della cultura internazionale: dagli scrittori Stefano Benni, Claudio Magris e Andrea Camilleri all’editore Antoine Gallimard, dai registi Theo Angelopoulos e Constantin Costa- Gravas al premio Nobel per la letteratura Orhan Pamuk e molti altri.
    http://www.finanzaonline.com/forum/arena-politica/1129211-le-monde-pubblica-petizione-solidarieta-di-tabucchi.html
    Anche Andrea Cammilleri è un Santo Ateo Uarrino in difesa del crminale Uarrino Polanski.

    In camerino Vasco ha scambiato qualche battuta con i giornalisti. «È una vergogna quello che stanno facendo a Roman Polanski, sono totalmente solidale con lui». Poi parla di Mantova e commenta con ironia il suo tour nei palazzi dello sport: «Ho deciso di fare questo tour per non passare l’inverno a casa ad aspettare i concerti dell’estate» dice

    Anche Vasco Rossi è un Santo Uaar solidale con Polanski.
    http://gazzettadimantova.gelocal.it/mantova/2009/10/03/news/vasco-prima-di-diventare-vasco-ricordate-i-locali-dove-si-esibiva-1731103scherzando.
    http://sweetness-light.com/archive/woody-allen-pedro-almodovar-free-polanski
    Martin Scorsese, Woody Allen, Pedro Almodovar And More Sign Petition To Release Roman Polanski
    E anche il Santo Ateo UAAR Almodovar difende il criminale targato Uaar Polanski…
    A questo punto prego qualche occasionale passante in questo sito che avesse da segnalare altri personaggi di questo tipo, di indicarli anche perché ho la sensazione che ne manchino molti altri all’appello.
    A Sandrino, devo ancora una risposta sui rapporti che intercorrono fra Uaar e i soldi, è, infatti, una promessa della mia penultima lettera .
    Con simpatia.

  44. 67 Sandro 14 marzo 2011 alle 19:30

    Interessante. Riporti circa una decina di volte la definizione “santo/i ateo/i” senza considerare che l’elenco da cui trai le persone che citi inizia così:
    Questo elenco non vuol essere un catalogo di “santi atei”.

    e anche nelle note immediatamente successive:
    L’elenco comprende anche personaggi cattivi e veri e propri malvagî (come Pol Pot, Stalin, Mussolini). Come già scritto in precedenza, questo non è un catalogo di santi.
    Questo dimostra quanto leggi a fondo le cose prima di scrivere. E già qui avrei concluso…

    Ma per sprecare ancora qualche riga sulla questione, tengo a farti notare che la tua analogia lascia il tempo che trova dato che “ateo” non vuol dire automaticamente “socio UAAR”.
    Così come “cattolico” non significa esattamente “ecclesiastico”. Ovviamente la tua unica considerazione su questo sarà: “Allora lo vedi che siete una chiesa?”… e tornerai a rifugiarti nelle tue convinzioni. Fai pure.

    Detto questo… il nocciolo della questione (UAAR destinataria dell’otto per mille) è ancora aperto, a distanza di parecchi mesi. Per assenza di prove CONCRETE personalmente considero chiuso l’argomento.
    Infine, come già disse il saggio marcoz, dato che il tempo destinato al cazzeggio ha i suoi limiti, rimuovo l’abbonamento dalle notifiche legate a questo post perchè ne ho pieni gli zebedei.

    Salutami il Messia nelle tue preghiere e dagli il cinque da parte mia


  1. 1 L’UAAR destinataria dell’8 per mille? Baggianate « Abbi una discreta giornata Trackback su 15 gennaio 2011 alle 14:31

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




blog attenzionato

Categorie

Avviso ai commentatori

In alcuni Paesi esprimere il proprio pensiero può costituire reato. Prima di inserire dei commenti illeciti, valutare l'opportunità di seguire la precisa indicazione fornita dall'immagine sottostante:

carabiniere cenno di no

marzo: 2010
L M M G V S D
« Feb   Apr »
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  

Top Clicks

  • Nessuna

Blog Stats

  • 264,870 hits
web analytics

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: