Coerenza digitale

Tra i chiodi fissi di Livio Fanzaga possiamo annoverare Eugenio Scalfari e La Repubblica (Gruppo Editoriale L’Espresso), continuamente attaccati per via del loro (presunto) laicismo anticlericale, condito dall’immancabile zolfo.

Dopo la compravendita di frequenze radiofoniche analogiche, Radio Maria è tornata a fare affari con il Gruppo Editoriale L’Espresso, infatti ora la radio è presente nei multiplex del digitale terrestre gestiti dal tanto stimato gruppo editoriale.

Quindi adesso Livio Fanzaga può tranquillamente continuare ad attaccare La Repubblica anche sulle frequenze del sulfureo nemico.

24 Responses to “Coerenza digitale”


  1. 1 In Nomine Jesu 13 marzo 2010 alle 08:47

    Carissimi non affannatevi per nulla!!! Pensate più tosto a salvarvi le animaccie vostre, che N. S. Gesù Cristo ha acquistato con tutto il Suo Sangue Preziosissimo! Certo che, noi tutti, impegnati nell’Evangelizzazione attraverso i media; non ci stancheremo mai di lottare con tutte le nostre forze per diffondere e portare la Luce a Voi che siete nelle tenebre!!! E poi cos’è tutto questo astio-odio??? Ascoltate più Voi RadioMaria e programmi religiosi che io stesso… (siete solo Cattolici che hanno paura fare outing) Ma ricordatevi, ve lo io di cuore; Gesù e Maria vi Amano e vi vogliono salvi!!!
    Non sono venuto per i sani dice il Signore, ma per i malati!!!

    Il Signore Vi Liberi da queste Ossessioni Luciferine e la Vergine Santa Vi copra col Suo Manto Materno.
    Buona Giornata!!!
    http://www.unesorcistaoggi.blogspot.com
    Per Mariam ad Jesum
    In Nomine Jesu

    • 2 Sandro 13 marzo 2010 alle 09:15

      Mica tanto prezioso poi, lo si trova in tutte ‘e chiese.
      Mai capito poi perchè so tracanni solo er prete.

      Non avrebbe più senso darlo anche ai fedeli e cambiare da “Santa Messa” chessò… a “Santo Happy Hour” e spartirlo coi fedeli?
      Sarebbe un’operazione di marketing e peraltro, considerato che le messe con maggiore affluenza si tengono verso le 18 o a metà mattina, farebbe da aperitivo.
      Fareste contemporaneamente una raccolta di fondi e proselitismo.
      … Taaac!

      • 3 In Nomine Jesu 13 marzo 2010 alle 10:22

        beh in realtà dovresti vergognarti di ciò che scrivi.. ma tanto.. è inutile..
        cmq in molte Chiese lo si dà a tutti il vino transustanziato in Sangue Preziosissimo del Redentore… e poi è sepre presente nel Suo Corpo Santissimo transustaziato ovvero l’Ostia Santa!!!

        Poi la S. Messa è quella di sempre altro che happy hour…

        Poi sei alquanto ignorante (scusa se mi permetto…)in questini dogmaticoteologiche!!! Ergo taci.. o informati prima di parlare… Il Sacrificio Preziosissimo che avvenne sul Calvario in modo Cruento è quello ripetuto sull’Altare oggi in modo incruento, anche se Cristo si è Sacrificato una volta per tutte per te e per noi tuti e si continua a donare a noi anche attraverso le Sacre Specie Eucaristiche…
        Mysterium Fidei! Tac…
        Sia Sempre Benedetto, Lodato e Ringraziato!
        Gesù Nostro Signore che col Suo Sangue ci ha Salvato!

        Vi Purifichi e scenda su di Voi Questo Lavacro Sacratissio di rigenerazione e vita.

        http://www.unesorcistaoggi.blogspot.com

        Per Mariam ad Jesum
        In Nomine Jesu

        • 4 Sandro 13 marzo 2010 alle 10:38

          Mah… per non saper nè leggere nè scrivere…

          “L’eucarestia, è il sacramento istituito da Gesù durante l’Ultima Cena, alla vigilia della sua passione e morte.”

          Ricordo a tal proposito la famosa frase “Fate questo in memoria di me” che non venne proferito durante la Crocifissione, bensì durante l’ultima cena.

          O mi sbaglio?

    • 5 Trien Wol 13 marzo 2010 alle 11:42

      un blog ultracattolico che usa tag come “Sperma”, “Vomito”, “UAAR” non può che non finire immediatamente tra i bookmarks!🙂

    • 6 razionalismo 13 marzo 2010 alle 21:51

      Un gradito ritorno!

  2. 7 In Nomine Jesu 13 marzo 2010 alle 11:23

    infatti quella è storia
    non dogmateologia.. non ti sbgliavi sul fatto storico di Gesù ma sul mistero del Preziosissimo Sangue… dicendo che lo trovi in tutte le Chiese, ed è vero; ma in forma Sacramentale…Ma il Sangue che ci redense che ora adoriamo sotto le Divne Specie pur essendo quello che è Consacrato dal Sacerdote nel Calice… è diverso ed è lo stess di quello Sparso sulla Croce..
    scusa il concetto astroso… ma Il Preziosissimo Sangue che ci Redense che tu dici comunissimo in realtà non lo è.. perchè riassimilato nell’atto della Resurezione da Cristo Gesù e ricongiunto al suo Corpo Santo. Ma è pur vero che in forma Sacramentale rsta presente nel vino Consacrato.. ricordando che nel Vino come nell’Ostia Gesù è presente vivo e vero in tutto e per tutto Corpo Sangue Anima e Divinità sia nell’Ostia che nel Vino Consacrato. E non solo nell’Ostia il Corpo e nel Vino il Sangue, ma in entrambe le specie la Persona di Cristo Morto e Risorto per noi, con Corpo Sangue Anima e Divinità.

    http://www.unesorcistaoggi.blogspot.com

    Per Mariam ad Jesum
    In Nomine Jesu

    • 8 Sandro 14 marzo 2010 alle 00:50

      Quindi facendo “scarpetta” con l’ostia dentro il calice che succede?

  3. 9 Jon 13 marzo 2010 alle 12:06

    La vicenda di Gesù di storico non ha nulla,si tratta di un mito,una semplice costruzione.

    Già Celso(secondo secolo d.C.) scriveva:« Colui al quale avete dato il nome di Gesù in realtà non era che il capo di una banda di briganti i cui miracoli che gli attribuite non erano che manifestazioni operate secondo la magia e i trucchi esoterici. La verità è che tutti questi pretesi fatti non sono che dei miti che voi stessi avete fabbricato senza pertanto riuscire a dare alle vostre menzogne una tinta di credibilità. È noto a tutti che ciò che avete scritto è il risultato di continui rimaneggiamenti fatti in seguito alle critiche che vi venivano portate »

    Gesù è solo l’ultimo(in ordine di apparizione) dei Soter,cioè salvatori,miti che secondo la prassi nascevono da dei,venivano partoriti da vergini,compivano miracoli,morivano e resuscitavano…il mito di Gesù ricalca esattemente miti antecedenti di millenni(Baal,Tammuz,Bacco ecc).

    Uno dei culti più “vicini”(anche da un punto di vista temporale) al cristianesimo è il mitraismo,Giancarlo Tranfo scrive:”Nel recepimento sincretistico, da parte del nascente cristianesimo, dei miti preesistenti, giocò un ruolo fondamentale l’antico culto mitraico, che originandosi dallo zoroastrismo assunse proprie connotazioni nel periodo ellenistico, diffondendosi nel mondo greco romano (inizialmente soprattutto nell’ambito militare) già a partire dal II secolo a.c. (6).

    La riconversione in cristianesimo paolino del messianismo giudaico dovette fare i conti con questo “concorrente”, diffusosi a macchia d’olio in seno a tutte le classi sociali.

    Anche Mitra era un “Dio di importazione” e proveniva, come Gesù o il Dio ebraico, da un territorio conquistato.

    La fede mitraica era di indole “buona” (anche se praticata attraverso liturgie a sfondo sacrificale di una certa crudezza) e si ispirava all’uguaglianza ed all’amore verso i deboli ed i poveri .

    Le affinità con il cristianesimo sono sorprendenti.

    Mitra,” Luce del Mondo” e punto di incontro tra cielo e terra, faceva parte di una trinità divina.

    Il suo concepimento avvenne miracolosamente (forse dal seme di un dio come per Attis) e fu una roccia a partorirlo nei giorni della rinascita del sole (solstizio d’inverno, intorno al 25 dicembre) mentre nella variante persiana fu partorito da una vergine, ritenuta per questo “Madre di Dio”, al cospetto di alcune entità in adorazione (assimilabili ai pastori che adorarono Gesù).

    Mitra, che si identificava con il sole, ebbe dei discepoli, restò celibe e predicò l’astinenza dalla sessualità.

    Nella variante persiana morì e risorse per poi ascendere al cielo, da dove era previsto ritornasse alla fine dei tempi per giudicare l’intera umanità in occasione di quel confitto finale che avrebbe segnato la vittoria della “luce” divina sulle “tenebre” infernali.

    La fine della sua missione in terra fu segnata da una cena con i suoi discepoli.

    Il rito battesimale consentiva l’ingresso del fedele nella comunità, mentre con quello eucaristico si entrava in comunione con il dio mangiando il pane imbevuto nel vino, simboli del suo corpo e del suo sangue.

    Il giorno dedicato alle celebrazioni era la domenica e la gerarchia sacerdotale, in tutto simile a quella della Chiesa cattolica, era composta da più livelli, il più elevato dei quali era quello del “Padre dei Padri”, la cui forma abbreviata, riportata su alcune epigrafi, era Pa.pa!

    Perfino i paramenti sacri indossati nelle cerimonie presentavano analogie con quelli adottati nella liturgia cristiana, al punto che ancora oggi il cappello vescovile è chiamato “mitra”.

    Alla nascente Chiesa cristiana dell’età post-costantiniana non parve vero di averla spuntata “sul filo del rasoio” contro un simile rivale!

    Le prime vittime dell’intolleranza cristiana (a parte quelle interne tacciate di eresia) furono proprio i fedeli di Mitra, barbaramente trucidati, mentre i loro templi furono distrutti e su di essi furono edificate chiese (7).

    Cosa sarebbe accaduto se nelle valutazioni di Costantino, e nella sua conseguente scelta il culto mitraico avesse acquistato più peso di quello cristiano?

    Oggi saremmo tutti seguaci di un uomo/dio diverso ma avremmo a che fare con una fede assolutamente simile anche se al posto del crocifisso a capo del letto, avremmo un uomo col mantello che lotta con un toro a sua volta punto nei testicoli da uno scorpione!

    Se tutto questo fosse accaduto, cosa avremmo pensato oggi, da seguaci della fede mitraica, se ci avessero parlato di un antico culto scomparso nel quale si adorava un uomo figlio di Dio, nato da una vergine in una grotta, morto in croce e resuscitato dopo tre giorni?

    Superstizioni dettate dall’ignoranza degli antichi!

    Scopiazzature della nostra fede, quella dell’unico Dio vero… col mantello rosso!

    In fondo è “mancato un pelo” affinché tutto ciò accadesse e questo, forse, dovrebbe propiziare qualche riflessione…”

    ..ovviamente visto che lo scontro fu vinto dal cristianesimo,ci toccano i troll in versione “ora pro nobis”,è andata così…

    • 10 Riccardo 18 marzo 2010 alle 21:58

      Conoscevo già le analogie con alcuni miti mesopotamici (come l’epopea di Gilgamesh che, tra le altre cose, sopravvisse a un diluvio universale come Noè).

      Hai scritto con pertinenza, Jon, potersti suggerirmi dove documentarmi a riguardo?

      • 11 Sandro 19 marzo 2010 alle 09:06

        Un libro che studia in parte le analogie con Mitra ma che analizza molto dettagliatamente la storicità di Cristo è “La Croce di Spine” di Giancarlo Tranfo, che ti consiglio.

      • 12 Jon 24 marzo 2010 alle 03:23

        Certo,oltre a “La Croce di Spine” di Giancarlo Tranfo,ti consiglio “La favola di Cristo” di Luigi Cascioli (un grande,grandissimo personaggio scomparso pochi giorni fa)e “Il gallo cantò ancora” di Karlheinz Deschner (uno degli storici più stimati in assoluto,sia in Germania che nel resto del mondo)…solo per citarne alcuni.

  4. 13 nemesi 13 marzo 2010 alle 12:28

    Toh, l’esorciccio si è rifatto vivo

  5. 14 nemesi 13 marzo 2010 alle 12:43

    Ho capito perché è ritornato, vedendo i commenti praticamente nulli del suo blog ne deduco che nessuno va più a leggerlo e quindi viene qua a fare un po’ di spam (come un diavolaccio tentatore) sperando che qualcuno incuriosito clicchi sui suoi link.

  6. 15 In Nomine Jesu 13 marzo 2010 alle 17:54

    è solo vergogna e ipocrisia quella che scrivete!!!
    nessuno storico che si possa dir tale può negare l’esistenza di Gesù di Nazareth!!
    Per il resto è questione di Fede!!!
    La storicità di Cristo comunque nessuno la tange nè la osi tangere!!!

    ricalcitranti!

    http://www.unesorcistaoggi.blogspot.com
    Per Mariam ad Jesum
    In Nomine Jesu

    • 16 marcozifgim 13 marzo 2010 alle 19:39

      Tranzollo, Eso, non andare di sclero. Anche se ‘sto blog scazza, stai scianty.

  7. 17 Jon 13 marzo 2010 alle 19:37

    …è l’esatto opposto,nessuno storico può affermarne l’esistenza…per il resto Gesù,Zeus,Adonis ecc hanno sempre avuto fedeli che ne affermavano la storicità;storicità,ovviamente,che nessuno di loro aveva.

  8. 18 Greek 13 marzo 2010 alle 21:51

    Posso chiedere all’Esorciccio dove sarebbero le prove della storicità di suo signore Jesus Ben Anania?

    http://it.answers.yahoo.com/question/index?qid=20090710062652AAvMUGc

  9. 19 Greek 13 marzo 2010 alle 22:03

    Dimenticavo questo:

    http://it.answers.yahoo.com/question/index;_ylt=Apps8r7rA66KZJJclZL82gHwDQx.;_ylv=3?qid=20090606055757AAMZXTA&show=7#profile-info-Gvb4Woq0aa

    Grazie all’esorciccio se saprà darmi maggiori informazioni..

  10. 20 In Nomine Jesu 14 marzo 2010 alle 09:41

    Leggete il Vangelo, o meglio Tertulliano!!!
    http://www.unesorcistaoggi.blogspot.com
    In Jesu et Maria
    I.N.J.

    • 21 Greek 14 marzo 2010 alle 21:00

      Signor Esorciccio, le dispiace se insisto e ancora una volta le chiedo, in questa guerra dei troll, quali sono le fonti attendibili ed extrabibliche della storicità di Gesù?

      Se non ne ha, per me potrebbe anche continuare a idolatrare Pinocchio, avrei la stessa stima e attenzione verso i suoi scandalosi pipponi..

  11. 22 giovanni 14 marzo 2010 alle 11:14

    direi che in questo caso chi si dovrebbe vergognare sono gli “illuministi” del gruppo De Benedetti. Se io fossi, per esempio, nei panni del signor Flores D’Arcais andrei oggi stesso dal capo a dimettermi se non caccia su due piedi quell’avanzo di medioevo di Fanzaga e la sua radio dal proprio bouquet. Anzi, adesso girerò subito il post a Flores stesso e voglio vedere su quali specchi si arrampicherà per giustificare tale scelta del padrone.

  12. 23 alfo 21 dicembre 2010 alle 21:27

    Ma come si fa a credere in una religione in cui degli oscuri e ridicoli personaggi che prima di mettersi la sottana bianca sono quello che sono, poi con la sottana bianca miracolosamente diventa “SANTO”? padre. Poi si lamentano delle persecuzioni quando loro schifosi vermi in 2000 anni hanno massacrato milioni di persone, per il fatto che non la pesavano come loro. Clero schifoso e maledetto tutti al muro questi pedofili compreso il loro capo che li ha coperti.


  1. 1 [17-03-10] Libera radio in libero stato… « Trackback su 17 marzo 2010 alle 18:55

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




blog attenzionato

Categorie

Avviso ai commentatori

In alcuni Paesi esprimere il proprio pensiero può costituire reato. Prima di inserire dei commenti illeciti, valutare l'opportunità di seguire la precisa indicazione fornita dall'immagine sottostante:

carabiniere cenno di no

marzo: 2010
L M M G V S D
« Feb   Apr »
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  

Top Clicks

  • Nessuna

Blog Stats

  • 264,746 hits
web analytics

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: