Archivio per aprile 2011

Roberto de Mattei insiste: il terremoto di Messina

Mentre i presunti giornalisti di Repubblica erano in altre faccende affacendati, non si sono evidentemente accorti di un graditissimo ritorno: una nuova imperdibile puntata della trasmissione Radici Cristiane, condotta dall’esimio Roberto de Mattei su Radio Maria.

Il vicepresidente del CNR ops! intendevo dire il privato cittadino de Mattei, dopo aver salutato gli ateisti (sic) in ascolto, torna ad uno dei suoi argomenti preferiti: la divina provvidenza.

Attenzione: prima che de Mattei lanci nuove accuse di manipolazione, indico subito la trascrizione integrale della trasmissione e pure la versione audio integrale.

Nel seguente video (trattasi di riduzione e non manipolazione) possiamo sentire il racconto del terremoto di Messina del 1908 e come al solito de Mattei ricorre allo stratagemma della citazione (della serie: non lo dico ma lo cito). Questa volta, in maniera assai astuta, de Mattei non cita qualche visionario medievale, ma un santo del secolo scorso, tale Annibale Maria di Francia, canonizzato nientepopodimeno che dal papa polacco nel 2004. Sicuramente sarà un brutto colpo per il quodiano dei vescovi Avvenire, apertamente ostile a de Mattei…

scarica il video

Interviste a de Mattei e commenti di Fanzaga

Il quotidiano pseudo-progressista La Repubblica (del gruppo editoriale L’Espresso, quello che trasmette Radio Maria nel suo multiplex del digitale terrestre) oggi pubblica un’intervista a Roberto de Mattei.

Il pio direttore di Radio Maria legge e commenta, concludendo con una pillola in rima, il noto caffeino mattutino:

Adamo ed Eva sotto l’albero si gustavano un caffeino. Satanasso per rovinarci mise Repubblica sul tavolino.

Per ascoltare la parte relativa a de Mattei saltare al minuto 26:

http://www.radiomaria.it/archivio_audio/dwnl/dwnl.php?id=4602

Da segnalare inoltre anche l’intervista a de Mattei sul sito Pontifex.

Il prof de Mattei tanto per cambiare punta il dito contro l’UAAR, facendo inoltre notare a suo dire la disonestà intellettuale nel segnalare come nuovo il suo intervento sui sodomiti di Cartagine, nonostante risalesse a gennaio e fosse quindi successivo all’intervento sul terremoto in Giappone.

A questo punto urge una precisazione: non si tratta di disonestà intellettuale, ma piuttosto del grave vizio capitale chiamato accidia. Infatti a gennaio su questo blog non è stata riportata la celebre citazione di Salviano di Marsiglia per pura pigrizia. Dopo oltre due mesi la catechesi di de Mattei è stata recuperata, per dimostrare che le controverse dichiarazioni sul terremoto non erano un caso isolato e soprattutto per confermare che questo è un blog di inchiesta e non di opinione, ovvero si occupa di quello che i fottuti giornalisti italiani si rifiutano di fare: cercare le notizie.

Corrispondenza Romana vs questo blog

Corrispondenza Romana, agenzia cattolica di informazioni, diretta dal prof. Roberto de Mattei (guarda caso!), con sprezzo del ridicolo si occupa di questo blog.

Chi ha scritto l’articolo si pone la seguente domanda retorica:

Quale è stata l’origine dei violenti attacchi contro il prof. Roberto de Mattei per la sua trasmissione dell’16 marzo a “Radio Maria”?

La risposta più ovvia a rigor di logica sarebbe: Roberto de Mattei e le sue controverse citazioni ed elucubrazioni.

Ma evidentemente dalle parti di Corrispondenza Romana si fa cattolicamente a cazzotti con la logica (oltre che con la grammatica) e si preferisce puntare il dito contro chi si limita a riportare fedelmente i concetti altrui trasmessi via radio.

I video proposti da questo blog vengono definiti “video di attacco“, ma quale attacco? Dovremmo parlare casomai di  contenuti autolesionisti, non essendo di certo questo blog il responsabile di affermazioni controverse semplicemente riportate.

Tanto per cambiare questo blog si deve inoltre sorbire l’ennesima accusa di presunte tendenziose manipolazioni dei contributi audio, estrapolati dal contesto. L’accusa ovviamente va rispedita al mittente, essendo palesemente falsa. Questo blog dedica un’attenzione a dir poco maniacale quando riporta frasi altrui, nello specifico frasi intere, concetti compiuti. Mai e poi mai vengono attribuite in maniera errata frasi virgolettate, a differenza di tanti sedicenti giornalisti. Inoltre tutti i contributi sono sempre contestualizzati in maniera limpida.

L’agenzia Corrispondenza Romana si lamenta perché nei video proposti da questo blog il nome e l’immagine di de Mattei vengono associati al CNR, quando è lo stesso de Mattei che nel suo sito ultracattolico si presenta come professore e subito dopo come vicepresidente del CNR (con tanto di link al sito dell’istituto).

A proposito di associazioni tra elementi distinti, Corrispondenza Romana tenta di collegare questo blog all’UAAR. Va ribadito che questo blog è totalmente indipendente e soprattutto non opera su commissione, né a titolo gratuito né a pagamento, a differenza del professor de Mattei, che lavora (lautamente retribuito) presso il CNR, quindi nel suo caso il nesso è assolutamente legittimo.

Roberto de Mattei, sodomiti, castigo, provvidenza

Come promesso, ecco una nuova perla del vicepresidente del CNR.

Durante la sua consueta trasmissione su Radio Maria (gennaio 2011) Roberto de Mattei elucubra circa il tramonto dell’impero romano e cita Salviano di Marsiglia (“mai perde la sua attualità“), un devoto cristiano che descrive la diffusione della sodomia a Cartagine.

Lo storico, nonché vicepresidente del CNR, non prende le distanze dalle durissime parole di Salviano di Marsiglia, anzi:

Le parole di Salviano meritano di essere meditate, perché noi oggi viviamo in un’epoca in cui i peggiori vizi vengono alimentati dai mass media e addirittura vengono iscritti nelle leggi come diritti umani.

Infine de Mattei affronta due temi a cui evidentemente tiene molto: il castigo e la provvidenza.

scarica il video

AGGIORNAMENTO: per chi fosse interessato, è disponibile la trascrizione integrale dell’intervento di de Mattei a Radio Maria.


blog attenzionato

Categorie

Avviso ai commentatori

In alcuni Paesi esprimere il proprio pensiero può costituire reato. Prima di inserire dei commenti illeciti, valutare l'opportunità di seguire la precisa indicazione fornita dall'immagine sottostante:

carabiniere cenno di no

aprile: 2011
L M M G V S D
« Mar    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930  

Blog Stats

  • 265,806 hits
web analytics